Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Mi pare che ieri lo zucchero abbia chiuso sopra lo SSG. Crede che si possa iniziare a comprare? E, se sì, con che percentuali costruirebbe la posizione? Il LSG dove si colloca? E lo SSS? Leggi la risposta...
Mercati azionari in confusione. Dedichiamoci quindi a qualcos'altro...per esempio materie prime. Sto seguendo lo zucchero, sul quale secondo vs indicazione si sta preparando un buon set up rialzista. Può fare un aggiornamento sul grano? Inoltre vedo che anche il natural gas ha adesso cot index molto spinto....cosa ne pensa? Leggi la risposta...
1) Potrebbe darci un aggiornamento sulla situazione dello zucchero che, qualche settimana fa, aveva indicato come un possibile trade a breve?
2) Un paio di settimane fa Lei evidenziava che il dato sul Cot e la stagionalità fanno ritenere imminente un'opportunità di ingresso "tattico" sullo zucchero. Considerato che le quotazioni continuano ad arretrare, volevo chiederle se ci sono supporti di rilievo sui valori attuali e quale potrebbe essere (confidando in uno stop della discesa sugli attuali livelli indotto dalla stagionalità) la formalizzazione di un segnale di acquisto. Leggi la risposta...
Devo dire che le Sue analisi sullo zucchero e le successive evoluzioni del medesimo, hanno reso questo tema davvero intrigante. Torno quindi a chiederle un aggiornamento in merito ai principali parametri da Lei monitorati e soprattutto se, considerata la violenza del ribasso, ritiene che ci siano quantomeno le condizioni per un rimbalzo di breve periodo. Leggi la risposta...
Devo dire che le Sue analisi sullo zucchero e le successive evoluzioni del medesimo, hanno reso questo tema davvero intrigante. Torno quindi a chiederle un aggiornamento in merito ai principali parametri da Lei monitorati e soprattutto se, considerata la violenza del ribasso, ritiene che ci siano quantomeno le condizioni per un rimbalzo di breve periodo. Leggi la risposta...
Credo che con la Sua analisi sullo zucchero dello scorso 4 febbraio Lei abbia reso a dir poco appassionante questa dolce materia prima, anche per chi non è goloso. Non posso quindi che chiederle di tornare sull'argomento e lo faccio con alcune domande a cui premetto un breve riepilogo introduttivo: Siamo di fronte ad un giovane bull market che ha una proiezione tecnica a 40-42 dolllari (cioè quasi un +100% dai prezzi di oggi). Considerate le quotazioni storiche è un obbiettivo alquanto realistico. Abbiamo però anche la scadenza di un ciclo a 5 anni che di solito intercetta dei massimi e una consistente posizione al ribasso da parte dei commercial. In mezzo c'è (c'era) il long stop settimanale a stabilire quali forze hanno il sopravvento. Personalmente ero, e resto orientato, per un intervento sul lato long, anche se c'è il rammarico di non aver colto l'occasione di uno short alla violazione del lsg, prima, e di quello settimanale, poi. A questo punto, considerato che ai top del ciclo a 5 anni seguono in genere un paio di trimestri negativi, volevo chiederle se sono stimabili dei target per l'attuale fase ribassista e fino a che punto la medesima può essere classificata come correzione del precedente rialzo. Infine, un aggiornamento, se dispone del dato, sulla posizione dei commercial. Leggi la risposta...
Oltre a prenderlo al mattino, come vede il mercato dello zucchero e caffè? Mi sembra che quello dello zucchero abbia corso un po' troppo. Leggi la risposta...
Continua il bull market dello zucchero che ha portato le quotazioni a danzare da qualche giorno sul margine superiore di quella fascia di resistenza 25/29 da Lei evidenziata in una precedente risposta al riguardo, e i cui punti essenziali se ben ricordo erano due:
- la possibilità di assistere, una volta superata la suddetta resistenza, ad un rialzo parabolico verso i 40-45 dollari.
- la pesante posizione short dei commercial che avrebbe potuto dar vita ad una fase di trading range tale da consentire ai medesimi di ricoprirsi.
Volevo dunque chiederle un aggiornamento e, nello specifico, se chiusure sopra i 29 dollari potrebbero già essere ritenute indicazione d'acquisto. In caso affermativo con quale stop?
Inoltre, come giudica il fatto che la posizione dei commercial sembra non riuscire a contenere il rialzo? Leggi la risposta...
Prima che si chiuda l'anno, avrei qualche domanda sui temi in oggetto. Sullo zucchero in una precedente risposta di poco più di un mese fa, Lei evidenziò come i grandi trend al rialzo siano partiti in concomitanza con il raggiungimento di una posizione netta complessiva al rialzo da parte dei commercial. Volevo dunque chiederle come questi si sono comportati a fronte del forte rialzo degli ultimi giorni. Un'altra cosa che volevo poi chiedere sempre sullo zucchero è se l'attuale condizione di backwardation può essere significativa per ciò che riguarda le prospettive future di questa materia prima.
Passando al gas naturale e agli strumenti idonei ad investire sul medesimo, Lei qualche tempo fa consigliò l'etf LNGA di etf Securities (codice isin JE00B2NFTQ41) per il fatto che ha replicato abbastanza bene il rialzo del gas dai minimi di settembre. Saprebbe indicarmi dove posso trovare le quotazioni storiche sia dell'etf che del suo sottostante? Leggi la risposta...
Ringrazio anzitutto per l'accesso gratuito a tutta la produzione Ageitalia e colgo al volo il Suo ritorno alla piena attività per una domanda sulle due materie prime in oggetto. Dunque sul natural gas che sta smentendo in pieno la prescrizione stagionale e diverge tra l'altro dall'andamento del petrolio, volevo chiederle se sono stimabili obbiettivi al ribasso o eventuali supporti dove magari poter entrare, anche solo parzialmente, in acquisto.
Onestamente questo rialzo mi sembra abbastanza curioso. Per certi versi, inspiegabile...
Si prenda il grafico allegato, che mostra il saldo netto settimanale dei Commercial (produttori e utilizzatori di questa materia prima). Storicamente l'avvio di un bull market sullo zucchero è sempre stato preceduto da una certa accumulazione di posizioni lunghe; segnatamente, da un saldo positivo per un certo arco di tempo. Quando è partito questo rialzo, alla fine del 2008, i Commercial erano ancora short sullo zucchero, e non hanno potuto fare altro che sfruttare i prezzi in crescita per mettersi progressivamente corti.
A questo punto però non posso essere d'aiuto: i massimi recenti dello zucchero (febbraio 2006 e marzo 2008) sono stati preceduti da un saldo netto corto relativamente consistente con un ampio lasso di tempo, per cui non mi sembra che l'attuale saldo netto short piuttosto pronunciato sia sufficiente ad indurre di andare corti perché l'attuale ritmo di crescita appare insostenibile.
La prima cosa che mi viene in mente è che ad accumulare non siano stati i Commercial, ma altri soggetti. I governi, forse? magari quello cinese? che magari userà questa risorsa come merce di scambio? non saprei... Leggi la risposta...