Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Per quando riguarda le emissioni High Yeld uno spread di 600 come attualmente è sulla zona euro e uno spread di 475- 500 come è il mercato degli Stati Uniti è compatibile con una recessione dura oppure ancora potrebbe ampliarsi in maniera importante? Leggi la risposta...
Volevo porle un quesito, stavo vedendo che graficamente la curva 10-2 anni tedesca si sta avvicinando allo zero, tra l’altro dopo aver bucato la trend ascendente che durava dal 1980 in poi. ( questo a mio parere non è un fatto trascurabile).

Negli anni 80 (con inflazione alta in europa) la curve andò anche sotto di 2% (1981) e 1,5%(1992).

La teoria della curva invertita e della recessione con conseguente crollo dei mercati è prettamente legata al 2000 e al 2008, quando per l’appunto l’economia e i mercati crollarono a seguito dell’inversione delle curve, ma negli altri casi, 1981 e 1992 i mercati non sono scesi anzi salirono in maniera molto robusta.

Quello che voglio dire è, tutti parlano di queste curve invertite, ma non è che con l’inflazione sia normale che siano invertite? Nessuno ne parla di questa cosa, e oggettivamente non capisco il perché infondo è oggettivo come discorso.

Mi piacerebbe sapere il suo punto di vista. Leggi la risposta...
Riesce a darci un aggiornamento sui titoli High Yield e i Corporate Bond ?
Meglio per questi America oppure Europa? Leggi la risposta...
In ottica di sfruttare l'anomalia presente da qualche mese sui tassi americani e per protezione dei portafogli, ho investito da qualche mese su etf treasury 1-3 anni, tattica che fino ad oggi ha ripagato.
L'idea poteva essere quella di iniziare a coprirsi sul cambio euro/dollaro, ma visti i livelli raggiunti dai tassi, mi chiedo se fosse ancora sensato andare ad investire su questi titoli o se invece bisogna aspettarsi un ripiegamento.
Lei cosa ne pensa? C'è ancora margine di rendimento? Leggi la risposta...
Non ci dice più nulla il trentennale Usa reduce da un (momentaneo?) sforamento della parete superiore del canale ribassista di lungo periodo, con massimo temporaneo a 3.034%?
Mi pare che Lei aspettasse da tempo un simile contatto.
Conseguenze? Leggi la risposta...
Alla luce dell'attuale situazione di mercato a che punto sta il differenziale fra gli eps e il rendimento a 10 anni ?
Guardando in avanti di uno/due trimestri come lo vede questo differenziale? Leggi la risposta...
Il 21-03 scriveva rispondendo a un lettore questo:
La fiammata è stata alimentata dalle dichiarazioni un tantino spensierate di ieri di Powell alla NABE.
Questo ha comportato una revisione delle aspettative sui tassi ufficiali, e di conseguenza sui rendimenti dei Treasury.
Aggiungiamoci pure una certa compiacenza da parte degli investitori, a giudicare dall'afflusso record verso l'ETF "TLT" la scorsa settimana: 1.6 miliardi di dollari per il più grosso bond ETF in circolazione.
C'é caccia ai minimi, su questo fronte... segno che il bottom non è ancora stato conseguito.

Sono davvero curioso di verificare cosa succederà sui rendimenti a lunghissima scadenza, una volta raggiunta la resistenza che si delinea fra il 2.65 ed il 2.80%. Ci siamo quasi.
Come ricorderanno i lettori più anziani, ogni volta che questa soglia è stata toccata, il costo del denaro ha dimostrato aver raggiunto livelli insostenibili. Una recessione globale o localizzata si è manifestata di lì a breve.

Credere che, nel contesto macro corrente, i tempi siano maturi per un'inversione di tendenza, richiede senza dubbio un certo sforzo. Tutto può essere: l'inflazione negli USA procede verso il +10%, ed un break dei rendimenti nominali può manifestarsi più (soprattutto) per la componente inflazionistica, che non per la componente reale.
Ma se dovessimo non tornare indietro, a questo/quel punto, e rompere questo diaframma che regge da decenni; saremmo in presenza di una svolta epocale di cui credo tutti qui si rendono perfettamente conto.

Potrebbe dirci che cosa si aspetta a questo punto visto che il 30Y ha superato il 3%? Ritiene che potrebbe avere un senso iniziare ad accumulare le posizioni magari frazionando gli acquisti da qui ai prossimi 12 mesi con una sorta di PAC? Leggi la risposta...
Volevo una sua valutazione su due settori che sono il corporate USA che ha raggiunto rendimenti attorno al 4% ed il settore energy .
Nella fattispecie per la Sicav Nordea US corporate avente Isin Lu458979076 ed il Blackrock Word energy avente Isin LU0122377152.
Per il corporate se storicamente il 4% è un buon livello di entrata. Per l'Energy se come da rapporto del 14 aprile ancora è da mantenere ed integrare. Leggi la risposta...
Nel Suo commento all'anno in corso lei ha ragionato della condizione dell'attuale ciclo economico.
Attualmente, e dopo i fatti recenti, le volevo domandare se ritenesse la presente situazione come:
-il vecchio e più che decennale ciclo economico che sta chiudendo in bellezza (tra virgolette)
-un nuovo ciclo economico
-un ciclo economico nato nel 2020 che sta attualmente declinando per poi chiudere magari l'anno prossimo. Leggi la risposta...
In qualche Outlook passato aveva proposto il Crash Indicator, ed il dodecalogo del bull market, può essere utile un aggiornamento?
Leggi la risposta...