Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Ho letto con piaciere il suo outlook.
In sinecerità penso che sia ben articolato ma un po' troppo accademico.
Se deve essere una guida , a rischio di errare perché il mercato è imprevedibile e lo ha ancora una volata insegnato, devono evincersi conclusioni operative più nette.
Per generare rendimenti bisogna schierare le armate nel posto giusto.

Mi dica quindi se ho compreso i posti giusti.

mercato azionario emergente , con maggiore attenzione per cina a e asia.
mercato azionario europeo
obbligazionario corporate e high yield
obbligazionario paesi emergenti in valuta locale
materie prime industriali.

sbaglio o non ha parlato delle small cap, non sono cicliche?

se i posti sono giusti, li potrebbe mettere in scala di priorità?

Poi in ultimo mi dica, ha ricevuto del denaro in dono e lo può perdere tutto dove lo investirebbe da qui alla primavera per avere il massimo ritorno. Leggi la risposta...
Alcune domande:
1. Come si è comportato l'elettore americano quando l'economia è stata in recessione nell'anno elettorale? Ho letto da più parti che dal dopoguerra in poi questo ha sempre comportato un avvicendamento nei partiti. Se questa osservazione fosse corretta dovremmo aspettarci un Biden al comando a novembre. Lei può confermare o smentire questa linea?
2. Se la 1) è corretta ( quindi i democratici al timone ... mi sembra che già adesso siano in vantaggio...) verrebbe meno la Trumpeconony 2017-2020, il mercato secondo lei come reagirebbe?
3. Lei ci ha insegnato che già il mese di settembre con il suo andamento pre elettorale ( un mese prima se ricordo bene) definisce la graduatoria senza attendere gli exit pol ( ricordo che il periodo antecedente l'elezione di Trump il mercato aveva corretto segnalando una sconfitta della Clinton.... ci prese!
Ecco quale andamento e livelli di mercato dovremmo attenderci questa volta per avere una conferma o meno dell'inquilino della Casa Bianca?
4. Questa Recessione così breve è sospetta ... sembrerebbe anticipare una nuova gamba di ribasso nel 2021 che svolga quel lavoro di pulizia e di sottovalutazione che ad oggi non abbiamo visto andando a ricreare i presupposti per un nuovo e pulito ciclo. Lei concorsa con questa tesi? è possibile immaginare un nuovo ciclo vero al rialzo 2021-2028? Lei propone altra prospettiva? Leggi la risposta...
Se lei fosse mio cliente ( per una volta cambiamo i ruoli ) lo aprirebbe un piano di accumulo a 3 anni ?? Leggi la risposta...
Leggo in sede di outlook la possibilità di arrivare a 27000/28000 se venisse rotta la resistenza . Ad oggi mi pare definitamente rotta.
Nel modello previsionale di RG si parla di un massimo a fine febbraio (anche se non esclude un nulla di fatto / galleggiamento fino ad allora ) un successivo ridimensionamento anche del 7% ed un massimo ad aprile anche se inferiore a quello di Febbraio.
Allora le chiedo, ma questo massimo si dovrà concretizzare entro fine febbraio ( ma mancano minimo 2000 punti ) oppure più avanti magari a fine anno? Oppure pensa che resterà un miraggio almeno per quest'anno? Suppongo che oggi più che ieri (periodo outlook) possa formulare un obbiettivo realistico per fine febbraio. Leggi la risposta...
Complimenti per il grande e illuminato lavoro per l'Yearly Outlook 2020.

Gradirei un chiarimento, se possibile. Come conciliare quanto evidenziato a pag. 175 con quanto prevedono le pagine 184 e 187 che mi sembrano contrastanti: la 175 prevederebbe un forte calo per il prossimi 5-10 anni già a partire da quest'anno mentre le pag. 184 e 187 prevedono una buona performance per l'anno appena iniziato.... Leggi la risposta...
Gentile dott. Evangelista, premetto che al momento mi sono concentrata sul capitolo mrk italiano e devo ancora leggere il resto, in merito al modello ciclico stagionale proposto per il Mib (figura 163) conferma come da attese il max di febbraio e declino almeno fino all estate. Poi sotto parla di un rimbalzo congiunturale in arrivo e più sotto ancora parla di trgt x il mib in caso di superamento solita resistenza.
Vorrei sapere cortesemente: Il declino dal grafico sembra una correzione importante più che un ridimensionamento. Di che trgt parliamo per i minimi? Inoltre, il target a (omissis) è da intendersi possibi SOLO entro febbraio o da raggiungersi anche entro l anno, dopo la correzione luglio? Infine, negli ultimi 3/4 anni il modello ciclico/stagionale italia è risultato affidabile ed efficiente o ha presentato discostamenti degni di nota? Complimenti per il lavoro (meglio opera) prodotto Nell Outlook e sempre un sentito grazie. Leggi la risposta...
In attesa di leggere lo Yearly Outlook 2020 prossimo di presentazione, Le chiedo cortesemente un’opinione sul titolo FALK RENEWABLES. La mia intenzione sarebbe acquistarlo sulla debolezza dell’indice FTSE MIB che - come indicato anche stamane nel RADIB - dovrebbe manifestarsi nel prossimo mese di febbraio. Una debolezza dell’indice presumibilmente coinciderà con una debolezza del titolo.

Considerando ora il valore percentuale positivo del Santa Claus rally ed il valore % positivo dell’ormai prossimo Toy Setup del 19 gennaio, desideravo valutare l’acquisto di alcuni titoli quotati sul Nasdaq nel settore delle 5G come ad esempio Verizon, Skyworks Solution, Marvel Technology, e sul settore delle energie rinnovabili e biotecnologie. Desideravo una Sua opinione in merito.

Per lo stesso motivo preferirei un acquisto sulla debolezza del Nasdaq, e quindi attenderei un presumibile ritracciamento che dovrebbe coincidere probabilmente anche con un pullback dello S&P e del Dax, prima che quest’ultimo vada a toccare nuovi massimi di sempre.

Desideravo chiederLe se per i mesi a venire - in accordo ad eventuali dati statistici eventualmente in suo possesso che credo leggeremo nel prossimo Outlook - potrà essere prevista una fase correttiva intendendo come tale un ritracciamento indicativo tra il 6%, simile a quanto avvenuto a maggio o, in forma più lieve, ad agosto dello scorso anno. Leggi la risposta...
Le faccio innanzitutto i complimenti per un servizio che sicuramente va sempre migliorando ogni anno che passa.
Volevo chiederle un’anticipazione (sai che novità, mi immagino in quanti gliela chiedano!).
Dal momento che, sintetizzando al massimo, dalle cose che ha pubblicato ultimamente viene fuori che ancora il bull market avrebbe cartucce da sparare e forse si sta preparando a sorprendere i più (e, come dice Lei, di solito i bull market sorprendono sempre verso l’alto…) ma Lei insiste anche su di un gennaio che non arriderà ai mercati, ma anzi, forse, potrebbe ridare fiato agli orsi (per poi magari prenderli in contropiede?), dal momento che i miei clienti sono ben posizionati sull’azionario e che gli strumenti che hanno, prevalentemente gestioni, non sono certamente strumenti da cambiare dall’oggi al domani, per poi essere ricambiati dall’oggi al domani, crede che, in vista di un gennaio difficile, sia il caso i primi dell’anno di alleggerire un po’ (quanto…?) oppure, in vista di un proseguo di anno positivo (come abbiamo visto, i mercati europei, soprattutto, e gli emergenti hanno un potenziale ancora inespresso che potrebbe dare delle soddisfazioni) sopportando un po’ di volatilità ad inizio 2020 si potrebbe anche non calare la percentuale di azionario?
La ringrazio sentitamente per la sua attenzione e auguro, a Lei e alla Sua Famiglia, un sereno Santo Natale. Leggi la risposta...
Ho appena letto la sua risposta al lettore sul massimo di novembre.
La stessa fa il paio con quanto scritto stamani sul rg e con quanto sta scrivendo da qualche giorno un po’ ovunque: ossia non c’è da aspettarsi “tanto di più” da qui a fine anno e all’inizio del 2020 addirittura ci si aspetta che i mercati facciano prendere “un bello spavento” agli investitori (come se ce ne fosse bisogno…).
Quello che però mi domando è: visto che molti indici europei sono lì per lì per rompere dei massimi pluriennali, con resistenze importanti già abbondantemente superate, come vede lei la situazione su questi indici? Pensa che possano far bene a dicembre, oppure che vengano respinti dalle rispettive resistenze, creando la percezione di un triplo massimo?
Come dice lei: la posta in gioco è alta…! Leggi la risposta...
Grazie alle Sue analisi, alle banche centrali accomodanti, alla propensione al rischio e la visione di medio lungo termine dei miei clienti, la rivalutazione dei loro portafogli quest’anno è degna di nota.
Non le nascondo che il merito principale deriva dall’aver messo in pratica il Suo lavoro e le Sue analisi.

A questo punto si propone il solito quesito.
Restare in posizione e passare dentro una correzione che prima o poi si paleserà investiti, o passare alla cassa, farsi salassare dal fisco e posizionarsi in strumenti di breve termine fantasticando di essere talmente bravi di poter rientrare a prezzi più convenienti evitando tanti mal di pancia.

Tenga presente che non vorrei speculare modificando tutti i portafogli( pratica molto difficile da attuare per tempistica e numerosità delle teste coinvolte ) ma non vorrei nemmeno costringere me stesso e i clienti ad un patimento stile 2018.
Trasferire il concetto di un investimento pluridecennale ai clienti abituati a guardare nel breve termine è molto complicato.
Concludendo sono a domandarLe anticipando il Suo outlook sull’anno prossimo, mi consiglia un taglio dell’esposizione alle azioni adesso evitando una probabile correzione o posso rimanere in posizione rimandando le decisioni operative eventualmente dopo la pubblicazione del suo rapporto. Leggi la risposta...