Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Si fa riferimento al nuovo max annuale sul Dax. A me però, al di là della stat in sé sul Dax, mi interesserebbe sapere cosa succede esattamente in seguito all’SP500 quando il Dax fa un max ad 1 anno ma l’SP500 NON fa un max annuale, come nella situazione attuale. Leggi la risposta...
Ho letto con molto interesse la mappa previsionale ma sono alquanto perplesso circa le tempistiche che il mercato dovrebbe seguire in base a questa. Mi spiego meglio: per quel che riguarda l'SP500 ci troviamo a ridosso di resistenze che a mio modesto parere se rotte ribalterebbero la view da negativa a positiva. Su scala daily la mm a 200 passa a 2020 punti, poco più di un 1,5% dai livelli attuali. Su scala weekly c'è un fascio di medie (20-50-100) che passa tra 1988 e 2028 punti. Su scala mensile la mm a 20 periodi passa a 2030. Ora, seguendo la mappa previsionale (omissis). Per come la vedo io se queste dovessero essere rotte la view tornerebbe positiva. Non ritiene più probabile che, data l'importanza tecnica di questo livello (circa 2000 punti) e l'attuale impostazione ribassista, il mercato non riesca a superarlo ed eventualmente inizi una fase laterale (magari fino a maggio) in una zona di prezzo più vicina ai minimi recenti che ai valori attuali per poi tornare nuovamente a scendere? Leggi la risposta...
Vedendo in queste settimane che il rosso è diventato il colore predominante nel decalogo del bull market, le chiedevo se questo può essere considerato preoccupante (eufemisticamente parlando).
Mi spiego.
Il venir meno degli elementi favorevoli al bull market di lungo periodo a questi punti non è in contrasto con l'aspettativa di una ripresa dei corsi azionari a breve come suggerita dall'analisi degli andamenti storici insituazioni analoghe?
E anche ammettendo che la scadenza ciclica del 10 marzo intercetti un minimo, l'auspicabile rialzo dove potrebbe spingersi con tutti questi elementi che remano contro?
Poi mi permetta una stupidaggine: leggendo i vari outlook, l'uso del decalogo è: tutti segnali verdi quindi nessun elemento di ostacolo alla continua salita dei mercati mentre tutti (o maggioranza) segnali rossi prosecuzione del ribasso ancora per molto tempo.
Ma non è possibile una lettura contrarian degli elementi del bull market? In sintesi: tutti verdi, estremo ottimismo e quindi massimo dei mercati, mentre tutti o quasi rossi, massima negatività, quindi minimo dei mercati? Leggi la risposta...