Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Questa mattina ho incontrato un mio cliente che ricopre un ruolo apicale in una nota società di logistica.
Riscontrava come negli ultimi mesi ci sia stato un rallentamento del traffico merci.
Potrei avere un suo riscontro a riguardo? Leggi la risposta...
Aveva già trattato il tema dei dazi proposti da Trump e possibili conseguenze a breve termine? Leggi la risposta...
Secondo lei come andrà a finire la questione dei dazi su acciaio ed alluminio, appena ritirata fuori dal simpatico inquilino della Casa Bianca? Leggi la risposta...
Ad un incontro con Carmignac sono rimasto colpito dal fatto che venisse sottolineato che negli ultimi sei mesi ci fosse stato un notevole rallentamento del commercio mondiale (Giappone, USA, Germania, Corea del Sud). Si manifesta una divergenza tra le previsioni di crescita ed il commercio mondiale in discesa > questo non sarebbe positivo per le azioni.
Potrei avere una suo approfondimento ed interpretazione? Leggi la risposta...
A pag. 21 dell'Outlook semestrale, dice che la tendenza dei MP verso e oltre i livelli medi storici non è garantita fino a quando ci sarà una politica monetaria accomodante. Con questo vuole dire che, fino a quando l'aumento dei profitti dipende dalla svalutazione del dollaro, questo non si potrà considerarsi strutturale in quanto causato dalla liquidità immessa e non da un aumento del Pil?

A pag. 23, lo studio di Citigroup, ha confrontato il P/BV e il peso del governo nell'economia, che hanno una relazione inversamente proporzionale nel 74% dei casi. Quindi, in tal caso, una riduzione della spesa pubblica, farebbe molto probabilmente aumentare il P/BV.
Però ci dovrebbe essere il rovescio della medaglia, cioè che, questo comportamento sarebbe deleterio nei riguardi della crescita. Ridurre la spesa pubblica, raffredda l'economia e soprattutto attualmente rischierebbe di accelerare il cammino verso un'eventuale recessione.

Questa considerazione spiega, forse, perché azionario ed economia non vanno sempre di pari passo. Leggi la risposta...