Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Volevo chiederti cosa ne pensi dell'analisi che vede storicamente iniziare fasi di ribasso dei mercati americani di solito quando la Fed comincia a tagliare i tassi e la curva dei tassi si ricomincia ad irripidire. Potresti provare ad integrare questi dati con quelli che vedono l'S&P a 3250 entro qualche mese? Leggi la risposta...
Le rinnovo i complimenti sul servizio e la competenza, ripeto da consigliare.
Le faccio questa domanda, perché è un po’ che ci sto pensando e volevo sentire il suo parere.
Tutti parlano di inversione della curva in America e in effetti la preoccupazione c’è, guardando le curve dei rendimenti 2-10 in Europa siamo su livelli vicini allo zero anche in Germania e in Francia.
Storicamente (guardando un grafico a 30 o 40 anni) le inversioni delle curve che precedono una vera e propria recessione vengono quando i tassi a lungo vengono raggiunti dai tassi a breve e successivamente convergono verso il basso non quando i tassi a lungo vanno verso quelli a breve come sta succedendo. C’è se non sbaglio un precedente relativo al 98 che somiglia molto all’attuale situazione, ma che poi non è sfociato appunto in una recessione.
Altra cosa che è strana sono i livelli di inflazione che ci sono in Germania e Stati uniti, nelle altre occasioni in cui i tassi a lungo si sono schiacciati verso il basso era in presenza di livelli di inflazione in forte rallentamento diretti verso valori negativi, al momento tutti parlano di deflazione ma l’inflazione tedesca è sopra l’1% senza collassi particolari rendendo in questo modo i tassi reali fortemente negativi.
Che ne pensa di questa dinamica, è possibile che questa corsa sfrenata dei bond sia solo un clamoroso abbaglio del mercato ?
Ultima cosa sul settore bancario, nell’eventualità che la sua visione (da me condivisa) di un possibile ritorno dell’inflazione si realizzi, non pensa che il settore bancario italiano ed europeo, disintegrato negli ultimi 10 anni prima da una crisi devastante e poi da tassi di interesse sotto lo zero, possa essere un ottimo mercato su cui puntare magari accumulando sugli storni? Leggi la risposta...
Alla luce del target raggiunto dal decennale Usa a 2,1%, e dal grafico pubblicato sul RG di pochi gio di fa:
- quando alleggerire la parte bond ?
- dove andare senza aumentare troppo il rischio dei portafogli ?
- quale tipologia di bond ha ancora spazio di crescita? Leggi la risposta...
Allego qui un grafico dei rendimenti proveniente da fonte Bloomberg
Tutti sanno che lo spread dei rendimenti fra 3 e 10 anni in USA aveva andamento negativo , come dice lei sintomo di una recessione la più telefonata della storia…, ma da questo mese ha raggiunto la linea dello zero.
Guardando quello che è accaduto nel 2007 i valori sono andati al di sotto dello zero per poi risalire fino al 2009 mentre contemporaneamente gli indici azionari hanno fatto il contrario.
Perciò dovremmo aspettarci dopo una ulteriore salita degli indici fino a metà anno con una discesa dello spread dei rendimenti , una discesa da metà anno in poi degli indici azionari e risalita dello spread dei rendimenti ?
Oppure pensa che avverrà ancora più tardi cioè dal 2020? Leggi la risposta...
Vorrei avere delle delucidazioni in merito alle sue affermazioni su Linkedin. A leggere quanto afferma sembrerebbe che il mercato da ora dovrebbe salire per i prossimi 3-5 anni….!
Ma sul blog i suoi commenti mi sembrano di tutt’altro tenore o mi sfugge qualcosa…!? Leggi la risposta...
Mi perdoni ma in questo decantato bull market, ora temuto anche per la sua longevità, non scorgo se non per quanto riguarda gli USA, delle performances cosi eclatanti da aprile 2015 ad oggi (2 anni e mezzo circa).
Molti mercati sono ancora sotto ai livelli di quel 2015.
Due anni dando poco o nulla.
Mi aiuta a capire con qualche sua riflessione in merito, perché di fronte a noi c'è un crollo, come qualcuno ipotizza. Leggi la risposta...
Da recenti Sue considerazioni mi sembra di capire che il prossimo rialzo dei tassi USA dovrebbe essere particolarmente benefico per le banche / finanziare di quel paese che già si trovano in una posizione ciclica decisamente migliore di quelle europee. Mi potrebbe segnalare un ETF o altro strumento armonizzato che mi permetta di entrare in quel settore di mercato?
Essendo abbastanza scarico di azionario paesi emergenti come mi consiglia di entrare acquistando fondi e/o Etf? E anche in questo caso mi può dare un input operativo?
La ringrazio infinitamente per l'operato Suo e del suo staff che con i Vs. suggerimenti mi sta facendo chiudere un'altra anno decisamente in positivo. Leggi la risposta...
Che ne pensa dell'operazione switch teorizzata da Gross? Abbinata a un rialzo dei tassi irripidirebbe la curva dei rendimenti e probabilmente terrebbe sotto controllo la forza del dollaro, o sbaglio? Leggi la risposta...
Ho ritrovato un suo vecchio commento del 08/12/2011 che metteva a confronto la curva dei rendimenti a 3 mesi/10 anni con lo S&P500. Le chiedo se è possibile avere un aggiornamento del grafico ed un commento. Leggi la risposta...
Mi spieghi il significato del grafico (quello in alto) a pag. 2, a confronto con lo S&P. È un tormentone il mio, ma pazienza... Tempistica perfetta nell'aprile 2010 (i mercati su notizie della crisi greca iniziarono la correzione il 4 maggio); un po' in ritardo invece il timing di rientro a novembre 2010 (si ricorda l'anomalia del settembre 2010... (perso il treno sullo S&P a 1050 che salirà fino a 1370 sette mesi dopo: anche qui pazienza); però mi sembra azzeccatissima l'uscita segnalata dal grafico a fine aprile 2011. Peccato però che abbiamo confidato negli "ultimi giri di valzer" con un asset allocation che ha devastato il portafoglio... Leggi la risposta...