Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Ricordo con molta chiarezza e in tempi non sospetti (piena crisi sub-prime) che Lei disse come la prox bolla speculativa sarebbe stata sui titoli di stato. E difatti tanta liquidità è stata pompata in tutto il sistema globale. Inoltre il collo di bottiglia si verificherà già nel 2011 e sarà ancor + pericoloso nel 2012 quando una enorme massa di prestiti andrà a scadenza e dovrà quindi essere rinnovata a qualunque condizione spingendo i tassi a livelli stratosferici.
La mia domanda è questa: dove andiamo a mettere i ns soldi. Nel mercato obbligazioario a TF sicuramente no, in quello a TV si ma con qualche rischio sovrano. Nell'azionario sicuramente no.
Nell'oro quindi? Spero di essere stato chiaro nella domanda. Leggi la risposta...
Colgo l'occasione per chiedere una Sua riflessione su quella che temo essere la madre di tutte le bolle speculative (al pari di quella tecnologica del nasdaq): mi riferisco alle folli quotazioni dei bond a tasso fisso su scadenze medio lunghe ed un ritorno alla normalità di qs prezzi esasperati è alle porte?
Siamo dinanzi ad un occasione irripetibile di vendita o siamo lanciati verso deflazione stile giapponese?
Pensa che in Italia una crisi politica che appare probabile con nuove elezioni possa portare un attacco speculativo sui btp, soprattutto su scadenze lunghe con conseguente crollo delle quotazioni?
Tutti ma dico tutti gli opinionisti avvertano di stare alla larga da qs bond ma le quotazioni salgono ed i rendimenti scendono... Leggi la risposta...
Alla luce dell'impennata dei prezzo del bund dovuta alla crisi greca come si modifica la Vs visione sul decennale tedesco , ci dobbiamo aspettare un max nei mesi di maggio/giugno?

Eventualmente potrebbe darmi un'idea dei prezzi che ci possiamo attendere?

Il Delta potrebbe essere applicato anche al bund? Leggi la risposta...
Mentre mi è abbastanza chiara la Vostra visione su azionario e dollaro, vorrei sapere che ne pensate del bund? come si potrebbe muovere nei prossimi mesi? Leggi la risposta...
Volevo chiederle se al momento attuale (1,466) e in un ottica di sei mesi, vede favorevolmente un ingresso sul dollaro oppure c'è da attendersi ulteriori ribassi ed eventualmente a che prezzo entrerebbe?
Circa invece il petrolio, potrebbe essere per questo un buon momento per entrare? Leggi la risposta...
Osservo con un pizzico di compiacimento il crollo del petrolio. Ho apprezzato l'analisi che ha postato nel suo outlook di metà anno a proposito del soffitto toccato dal crude oil. Mi chiedo se può mostrare a che punto è la fase di rientro da quotazioni che erano veramente fuori di testa. Certo che è strano, tre mesi fa gli analisti facevano a gara a chi sparava i target più alti, mentre adesso nessuno si azzarda a prevedere target più bassi delle quotazioni attuali. Vorrà dire qualcosa? Leggi la risposta...
Riguardo al petrolio ho ripreso la Sua analisi del 9 settembre scorso, dove Lei metteva in conto l'aspettativa di una reazione dei prezzi supportata dal contatto con la fascia di medie mobili (prezzi in euro) e dall'analogia con l'andamento delle bolle finanziarie del passato. Volevo dunque chiedere se a questo punto, tale reazione può considerarsi esaurita e dove posizionare lo stop loss delle posizioni short.
Riguardo invece al btp2034, di cui ho ancora una posizione in portafoglio, ho notato che venerdi c'è stata una vera e propria corsa all'acquisto con tanto di volumi. Volevo avere se possibile un suggerimento operativo. Leggi la risposta...
Nelle ultime mail ha fatto chiaramente presente che i mercati emergenti non sono più così interessanti.
La domanda: sono tutti così o magari l'asia ha buona possibilità di crescita, se non altro perchè è scesa di molto e poi quali sarebbero allora i mercati su cui puntare? potrebbe fare una sorta di asset per i prossimi 6 mesi? Leggi la risposta...
Potrebbe analizzare approfonditamente l'andamento grafico del prezzo del petrolio, visto che negli ultimi giorni "sembra che stia succedendo qualcosa"? Cosa ne pensa dell'ipotesi riguardo alla domanda cinese post-olimpiadi fatta dal quotidiano francese "La Tribune" questa mattina e rilanciata in questi minuti dall'agenzia del Sole 24Ore? Che il sassolino, o più sassolini che sembrano comparsi negli ultimi giorni, possa far scoppiare la bolla del decennio? Leggi la risposta...
Siamo arrivati al dunque. Qui vediamo che succede: o andiamo ai 1500 dello sp500 (nuovo bull market) o andiamo a ritestare i minimi di gennaio e poi un nuovo affondo fino alla fine dell'anno. Penso che molto sia legato all'andamento del petrolio.
Leggevo cosa è successo al congresso americano nel mese scorso. Beh, sembra che il rialzo del petrolio sia stato alimentato principalmente da operazioni speculative (nel 2007 6 volte quelle del 2001) che abbiamo portato ad aumentare il ";margine"; a garanzia per queste operazioni con immediato riflesso sulle quotazioni che hanno per il momento arrestato la corsa. Senza dimenticare un dollare debole che io mi aspettavo toccase il minimo a 1,50 e non 1,60.
Ora, analisti ciclici vedono un top del petrolio come anche analisti astrologici e graficamente non possiamo notare un indice tirato anche se non vedo segnali di inversione del trend. Senza dimenticare la driving season.
Quindi io sono dell'idea di un ribasso corposo che non necessariamente vuol dire bear market (minimo i 100 $).
Di contro vediamo come il rapporto Dow/gold sia in bear market dal 1999, con un apprezzamento considerevole nell'ultimo periodo nonostante il nuovo minimo del settore finanziario ed edilizio e ampi margini di miglioramento per l'indice Dow. Alle volte una diversa chiave di lettura di un'indice può essere presa guardando altre variabili e mi chiedevo se non può esserci un travaso della liquidità dai petroliferi ai finanziari in caso di considerevoli prese di beneficio sul petrolio che in seguito allo schizzare della volatilitò facciano schizzare le ricoperture di operatori come gli hedge fund.
Certo che la rottura dei minimi di gennaio dell'indice dei bancari porterebbe ad una forte discesa con la probabilità della discesa sotto la trend line del bull market in atto dal 1990 (certo che il 1990 ed 1998 sono tremendi).
Non vorrei essere catastofista ma se i bancari cedono ho forti dubbi in un nuovo bull market. Che pensa?
Tra i paesi del Bric chiedevo se India è un'opportunità d'acquisto. Mi sembra che l'indice abbiamo sottoperformato rispetto a brasile e russia. Sbaglio? Leggi la risposta...