Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Allego qui un grafico dei rendimenti proveniente da fonte Bloomberg
Tutti sanno che lo spread dei rendimenti fra 3 e 10 anni in USA aveva andamento negativo , come dice lei sintomo di una recessione la più telefonata della storia…, ma da questo mese ha raggiunto la linea dello zero.
Guardando quello che è accaduto nel 2007 i valori sono andati al di sotto dello zero per poi risalire fino al 2009 mentre contemporaneamente gli indici azionari hanno fatto il contrario.
Perciò dovremmo aspettarci dopo una ulteriore salita degli indici fino a metà anno con una discesa dello spread dei rendimenti , una discesa da metà anno in poi degli indici azionari e risalita dello spread dei rendimenti ?
Oppure pensa che avverrà ancora più tardi cioè dal 2020? Leggi la risposta...
Fine dicembre 2018: fuori tutti , con molta probabilità vedremo nuovi minimi.
Mai rientrati in attesa di un opportunità che dovremmo avere avuto sopra i 2.815 punti di sp500.
Leggiamo di dati macro economici non rosei
Ci dà indicazioni anomale relative alla crescita dello sp500 e del decennale USA.

"Questa considerazione va necessariamente incrociata con i dati benigni che si parano davanti ai nostri occhi: non solo il primo trimestre ha prodotto un saldo a doppia cifra per lo S&P500; ma tutti i settori sono parimenti saliti, benché ovviamente con differenti sfumature: 11 su 11 hanno conseguito un saldo maggiore del 5% alla fine del primo trimestre. Dal 1950 un simile fenomeno è stato registrato altre 15 volte: abbastanza, per formulare conclusioni affidabili. Perché dopo tre mesi lo S&P500 si è migliorato in 13 occasioni - soltanto una volta ha perso più dell'un percento - conseguendo una performance media del +5.5%, che nel caso lo condurrebbe a ridosso dei 3000 punti. Gli investitori saranno costretti a ritornare in borsa: volenti o nolenti."

Siamo usciti a 2.350 e volenti o nolenti entriamo a 3.000?
Da orso siamo entrati in modalità but on deep?

Come diceva lei, siamo allocatori...mah?

Mi aiuti a comprendere con logica da allocatore cosa è cambiato e non solo partecipazione 11/11 e momentum. Leggi la risposta...
Buongiorno dott. evangelista a proposito del nostro indice , non mi sembra che per adesso stia facendo cose strane….Lei aveva annunciato che avrebbe lateralizzato prima di una caduta, e poi visto le ultime previsioni economiche sul nostro paese dalla varie agenzie di rating e dal FMI non penso che il nostro indice possa brillare ancora per molto tempo, primo o poi quando gli operatori si accorgeranno (se non lo hanno gia' fatto) che le previsioni non saranno rispettate …..Poi e' chiaro chiaro che stiamo vivendo situazioni imprevedibili ma dopo tanti anni di borsa ho imparato che le situazioni cosi' incompatibili tra pil e performance borsistica non possono reggere soprattutto a questo ritmo. Lei che ne pensa dottore? Leggi la risposta...
Che novità ci sono con la bear market checklist di Citigroup? abbiamo raggiunto la maggioranza delle spie rosse? Leggi la risposta...
Gentilissimo dottore , mi perdoni prima di tutto se le scrivo spesso, ma come potrà immaginare molti sono gli interrogativi che che mi vengono alla mente. Riascoltavo qualche minuto fa la sua intervista alle Fonti tv, nella quale Lei esprimeva preoccupazioni circa il possibile rallentamento economico degli Stati Uniti ed al tempo stesso faceva considerazione sul nuovo QE cinese eventualmente in accoppiamento ad una Fed accomodante.
Quello che comincio a far fatica a comprendere è il perché di questa tranquilla euforia dei mercati finanziari azionari quando in realtà dovremmo giungere ad un periodo di forte correzione data da una tendenziale recessione economica in molti paesi del mondo, forse anche negli Stati Uniti?

Esiste a questo punto la possibilità che non si passi per niente per questa condizione di ritracciamento dei mercati e che si innesti direttamente una nuova fase toro su un rilancio economico internazionale (più o meno drogato al pari di quello degli anni precedenti da un enorme quantità di liquidità messa in circolazione). E che succederebbe ai tassi di interesse ed al mercato obbligazionario? Si ricomincerebbe con il rialzo?

In tutto questo non ci vedrei nulla di sano né di vero. Leggi la risposta...
Galeotta fu la telefonata di qualche sera fa nella quale discutemmo del suo interessante e prezioso output e così... eccomi qui!

Le propongo il mio primo quesito chiedendo venia se qualcosa mi è sfuggita nelle mie ricerche all'interno dell'archivio.

Mi pare di aver compreso che sui mercati azionari si aspetta ancora un ulteriore boost (es. nostrano a 20200, S&P a 2800) che poi lasci spazio agli orsi in maniera anche importante. Nello specifico, dalla lettura attuale di grafici e indicazioni quantitative in suo possesso, le chiedo di aiutarmi a capire i seguenti punti in chiave strategica e non tattica:

1. Indice FTSE MIB: possibile sollecitazione della media a 200 gg e successivamente possibile ritorno degli orsi da marzo: ritiene possibile un retest/sfondamento dei minimi di dicembre fino a toccare quelli visti nel 2016-2015?

2. Indici americani: qualcuno parla di distribuzione in atto con possibili formazioni di figure tecniche quali testa e spalle ribassista o diamante. So che lei non ama tale approccio ma vorrei sapere la sua idea circa un retest/sfondamento dei minimi di dicembre. Un ritorno ai minimi del 2016 le sembra fuori da ogni schema?

3. Dax: al pullback del testa e spalle ribassista formalizzato a dicembre e al quale stiamo assistendo ora, potrebbe seguire una discesa che porti a rivedere i minimi del 2016? Lei che livelli di floor ha in mente?

4. Infine volevo capire se vede ancora in questo 2019 la possibilità di un ingresso strategico sui mercati azionari davvero interessante (domanda già posta da un lettore a dicembre ma volevo un aggiornamento). Leggi la risposta...
Buongiorno, leggo con una certa "angoscia" gli ultimi rapporti giornalieri.
Assecondano le indicazioni di fine anno, sono praticamente fuori dal mercato.
Questo mi è costato ad oggi aver perso il rimbalzo di questi giorni e mi spaventa l'idea di aver chiamato con i clienti l'uscita ed invece oggi si potrebbe paventare l'idea di una ripartenza.
Fino al 8 gennaio "Al solito, l'aspetto più rilevante è quello della tempistica: se il copione non ci tradirà, dovremmo conseguire un massimo fra una settimana all'incirca, prima di tornare a scendere,
conseguendo un ulteriore minimo alla fine della prima decade di febbraio. La sensazione è che lo spunto recente possa essere in parte corretto, prima di una fiammata finale verso il picco di questo rally correttivo: idealmente fra 2620 e 2640 punti", ed oggi aspettiamo la chiusura di domani per qualcosa di diverso?
Se è vero che il mercato è imponderabile , e che quello che stava o sta occorrendo è dovuto alle condizioni finanziarie deteriorate, quest'ultime sono mutate?
Se domani dovessimo avere segnali positivi ci ributtiamo dentro e per quanto?
Dove si trova l'equity allocator? Leggi la risposta...
Alla luce della possibile debolezza dei listini azionari nelle prossime settimane / mesi è opportuno posizionarsi su temi più difensivi ?

In quest'ottica cosa ne pensa delle seguenti azioni: ENEL – IBERDROLA – E. E.ON

Le chiedo inoltre un suo pensiero sul titolo VISA.

Infine cosa pensa delle valute emergenti che in questi ultimi giorni hanno avuto un sussulto. Leggi la risposta...
Obbiettivi di breve prima di un rimbalzo tecnico quali sono ? In particolare mi riferisco al nostrano ,Euro Stoxx 50 e sp500.
Le chiedo gentilmente se ci sono azioni , nei mercati principali , che stanno uscendo da un ribasso prolungato e che magari hanno appena superato lo short stop trimestrale . Ovviamente per investimenti di lungo periodo sempre se ne vale la pena perché il contesto non è dei più rosei me ne rendo conto.
Una sua valutazione su Recordati. È ancora da considerare nel medio periodo visto la flessione ?

Ps. Il rapporto non lo mandate più tramite mail ? Leggi la risposta...
Laddove sp500 dovesse formalizzare l'entrata in bear market ( -20% ) senza una recessione in corso della sua stessa economia, quale è il seguito delle borse nelle precedenti analoghe situazioni? Leggi la risposta...