Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Le chiederei una sua analisi sui titoli PMI, Bper e Bp ...so che i bancari al momento non sono appetibili ma se dovessimo reagire sarebbero quelli con lo spunto maggiore, probabilmente, anche solo in ottica speculativa.
A suo avviso quali sono i livelli tecnici dove ci si potrebbe aspettare una reazione se non dovessimo andare sotto i 17500 di Ftse Mib? Un discreto supporto che potrebbe contenere le vendite? E quale la resistenza se dovessimo ritornare in area 19800 /19900? Lo short stop settimanale? Leggi la risposta...
Volevo chiederle qualche cosa sul settore bancario stoxx europa 600 banks come vede questo settore: è interessante e valido per i prossimi mesi? Leggi la risposta...
È possibile avere una sua analisi su questi due titoli? Leggi la risposta...
In base alle sue considerazioni, dovremmo assistere ad un consolidamento sino a (omissis) e successivamente ad una ripartenza dei mercati. Al riguardo desidero farle due domande:
1) il consolidamento potrebbe riportare il nostro indice a testare la media a 200 giorni in area 15.050 o addirittura il supporto a 14.700, considerato da molti analisti vero e proprio spartiacque tra mercato toro e orso?
2) Per sfruttare al meglio la ripartenza si potrebbe puntare sui bancari italiani? Cosa ne pensa in particolare di Mediobanca? Leggi la risposta...
Nelle risposte di oggi, e nei RG di questi ultimi giorni, parla di possibile ripartenza al rialzo dei listini, Mib compreso. Ma se il Mib ( con forte peso di banche ) riparte, perché non dovrebbe ripartire anche Bca Intesa?
Quali indici in generali sono meglio posizionati, e quali titoli in Italia? Leggi la risposta...
Potrebbe gentilmente illustrarmi la sua opinione su Credit Agricole, Societe Generale e su BNP Paribas? Leggi la risposta...
Il 19 giugno (in seconda pagina) riferiva sullo Stoxx Banks. Idem il 27 giugno. E concludeva così: "ma per il momento non si può ancora assumere una posizione strategicamente rialzista.. ". Son passati pochissimi giorni e Unicredit è salita sopra i 3 euro. Dott. non è il caso di tener monitorato settimanalmente questo Indice e "dichiarare" eventualmente se è il caso di togliere la riserva sui bancari? A febbraio-marzo 2011 (come spiega oggi) le Unicredit erano a 2 euro (più o meno i 13 al valore attuale)... forse se recuperano il trend di medio periodo qualcosa vorrà dire, non crede? Leggi la risposta...
Possiamo pensare che il rialzo di questa mattina sia l'inizio di un rialzo importante? e se condivide, entrare su finanziari? Leggi la risposta...
Negli ultimi due mesi ho più volte acquistato e venduto Bank of America con buone soddisfazioni. Ora però non ho voluto liquidare la posizione e sono in perdita. Mi può dare la sua visione di questo titolo? È da tenere? Grazie e buon lavoro. Leggi la risposta...
Vorrei gentilmente chiederle un parere in merito ad un dato che di recente viene riportato frequentemente nella stampa economica. A seguito delle due manovre LTRO, si legge spesso che i depositi delle banche presso la BCE siano cresciuti moltissimo (confermato dal grafico allegato). Questo aspetto è ritenuto essere la prova provata della stretta creditizia adottata dalle banche anche a seguito della generosa manovra straordinaria della BCE.

A tal proposito ho letto proprio stamattina un autorevole articolo (http://www.lavoce.info/articoli/pagina1002933.html) in cui viene smentita tale interpretazione "Se passiamo al lato del passivo del bilancio dell'Eurosistema osserviamo che accanto alla voce banconote (870 miliardi), e riserva obbligatoria recentemente dimezzata (91), l'attenzione di tutti gli osservatori si concentra sui depositi che le banche detengono presso la Bce che negli ultimi anni sono cresciuti esponenzialmente (1.057). La crescita viene generalmente interpretata come la volontà delle banche di non prestare i soldi ricevuti dalla banca centrale ad altre banche o al sistema economico. In realtà, questa interpretazione è del tutto falsa. Infatti nel momento in cui un'azienda di credito riceve un finanziamento dalla banca centrale immediatamente i soldi ricevuti vengono accreditati sui conti in banca centrale. Tuttavia, anche se quella banca decidesse di prestare i soldi a un'altra banca o a un'impresa, i soldi rimarrebbero sempre nel circuito bancario e a fine giornata verrebbero depositati presso una banca centrale dell'Eurosistema. Infatti in termini tecnici questo è quello che viene definito come base monetaria. (4) Ecco perché esiste una correlazione strettissima tra la posta "Rifinanziamento favore delle istituzioni creditizie" e "Passività verso le istituzioni creditizie".

Intanto il TED Spread in USA è in calo da 3 mesi (-31% da gennaio), in Europa è diminuito ancora di più (-36% da gennaio). Cosa ne pensa? Leggi la risposta...