Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

La recessione bussa alle porte. La sua durata dipenderà da quando le nazioni riusciranno a far riprendere l'attività lavorativa salvaguardando la salute. Un bell'enigma.
Sui settori azionari da detenere si è già espresso, sarebbe però gradito un refresh.
Sull'obbligazionario invece governativo euro o corporate americano? High yield o local currency? Inflation linked o breve duration?
Ed infine uno sguardo alle valute. Cosa deterrebbe in portafoglio? CHF o dollaro? Considerando che spendiamo in euro? Leggi la risposta...
Considerato che ormai è altamente probabile che i prossimi 6/9 mesi saranno caratterizzati da ulteriori cali delle quotazioni, quale è l’asset allocation ideale per navigare in questo periodo? In particolare quali sono mercati/valute da privilegiare?
Avrei una somma da disinvestimento da poter investire in ottica di lunga periodo (almeno 5 anni); è il caso di iniziare in maniera graduale ad investire? Che asset allocation strategica di lungo periodo suggerisce e anche qui su quali mercati/valute (ho letto i mercati suggeriti per l’equity nell’Outlook, tuttavia immagino che non sia il caso di investire tutto solo su quei mercati. Inoltre quei mercati sono solo per la parte equity, su obbligazionario cosa suggerisce? Che % di commodity inserirebbe?)
Cina: in queste settimane il mercato azionario cinese sembra aver resistito relativamente meglio all’ondata di ribasso. Ritiene che nei prossimi mesi possa essere un mercato su cui puntare oppure sarà coinvolto anch’esso dal bear market degli altri listini? Leggi la risposta...
Data l'eccezionalità del momento, la limatura della componente azionaria relativa all'Asset allocation converrebbe farla già ora, oppure meglio aspettare il classico appuntamento di fine mese? Dipende molto da cosa si aspetta per le prossime 2 settimane, so che è una domanda da "sfera di cristallo "ma se le Borse Usa dovessero continuare a perdere in media il 10%a settimana, non è meglio limare ora la parte azionaria? Leggi la risposta...
Chiedevo dove saremmo o dove siamo con l'asset allocation dopo questa prima decade di marzo ?
Ha sicuramente notato che dal 28 febbraio in poi l'SP500 ha fatto tre volte +4% pur in un contesto ribassista : come leggere il segnale ? Volatilita' o desiderio di non mollare i supporti di lungo periodo? Mi ricordo queste variazioni nell'ottobre 2008 e in parte nell'agosto settembre 2011 con diversi esiti ( crollo la prima, ripartenza la seconda..) Grazie Leggi la risposta...
Nello sconforto del momento ho cercato di scovare qualche segnale positivo dai grafici che mi piacerebbe condividere con Lei: Abbiamo avuto quattro chiusure di fila sotto la banda di Bollinger inferiore sul grafico daily dell'S&P500,se non ricordo male ne bastano tre per formulare un pattern che prevede un miglioramento dell'indice a distanza di un mese, e specularmente sono ben cinque le chiusure daily del Vix sopra la banda superiore, può significare qualcosa?Inoltre notavo la presenza di parecchi gap aperti sull'S&P500 e addirittura due gap sul grafico weekly (vix e s&p500)evento raro e che andrebbero richiusi o sbaglio?Per tacere dell'ipercomprato/ipervenduto su entrambi ,il vix sul weekly ha raggiunto gli stessi livelli di prezzo e di ipercomprato di gennaio 2018 che intercettarono un minimo intorno a 50;detto questo se si deve alleggerire l'azionario,non sarebbe meglio aspettare almeno un rimbalzo?Ricordo con dispiacere che il taglio dell'esposizione al rischio dell'allocation a gennaio e febbraio 2019, penalizzò di parecchio la performance dell'intero anno. Chiudo tornando a deprimermi e pensando a gli auriferi che fino a 2 giorni fa ci avevano in parte protetto e ora sono mestamente crollati salvando in estremis la mm a 200gg,io utilizzo per comodità l'etf Auco, quali sono gli eventuali livelli da tenere d'occhio dove eventualmente stoppare anche questa posizione già in perdita?
Ps: Per il futuro forse converrebbe prestare più attenzione al PEM di Citi,vista la chirurgica capacità predittiva. Leggi la risposta...
Siamo a pochi giorni da un potenziale ultimo ingresso sulle borse per sfruttare questo ipotetico rally di fine anno.
Secondo lei oltre l'America merita considerazione anche l'Europa e i Paesi Emergenti? Un buon asset 100% azionario come potrebbe essere composto? anche con le azioni aurifere?
Infine vorrei raccogliere qualche settore da lei considerato: titoli del lusso, titoli petroliferi, finanziari e biotecnologie, solo questi? Leggi la risposta...
Buongiorno Dottore ho un cliente che ha intenzione di investire una parte del suo patrimonio in fondi comuni di investimento azionari, in questi anni seguendo i suoi consigli ha portato a casa molti soldi, in questo momento privilegiamo ancora gli Stati Uniti come riportato nei suoi report oppure è il caso di mettere una parte anche sull'Europa? Leggi la risposta...
Leggendo il RG di oggi noto un miglioramento delle prospettive dell'indice Sp500 e anche nei giorni scorsi parlava di un riallineamento alle proiezioni elaborate nei mesi scorsi. Se però guardiamo all'asset allocation c'é un crollo dal 70% al 24% di investito sull'azionario.
Bisogna quindi stare fermi o ridurre l'azionario nonostante le proiezioni siano positive per i prossimi mesi? Leggi la risposta...
Se il mese di maggio si fosse chiuso ieri, quale sarebbe la percentuale di azioni per il mese entrante inserite all'interno del portafoglio? Leggi la risposta...
Fine dicembre 2018: fuori tutti , con molta probabilità vedremo nuovi minimi.
Mai rientrati in attesa di un opportunità che dovremmo avere avuto sopra i 2.815 punti di sp500.
Leggiamo di dati macro economici non rosei
Ci dà indicazioni anomale relative alla crescita dello sp500 e del decennale USA.

"Questa considerazione va necessariamente incrociata con i dati benigni che si parano davanti ai nostri occhi: non solo il primo trimestre ha prodotto un saldo a doppia cifra per lo S&P500; ma tutti i settori sono parimenti saliti, benché ovviamente con differenti sfumature: 11 su 11 hanno conseguito un saldo maggiore del 5% alla fine del primo trimestre. Dal 1950 un simile fenomeno è stato registrato altre 15 volte: abbastanza, per formulare conclusioni affidabili. Perché dopo tre mesi lo S&P500 si è migliorato in 13 occasioni - soltanto una volta ha perso più dell'un percento - conseguendo una performance media del +5.5%, che nel caso lo condurrebbe a ridosso dei 3000 punti. Gli investitori saranno costretti a ritornare in borsa: volenti o nolenti."

Siamo usciti a 2.350 e volenti o nolenti entriamo a 3.000?
Da orso siamo entrati in modalità but on deep?

Come diceva lei, siamo allocatori...mah?

Mi aiuti a comprendere con logica da allocatore cosa è cambiato e non solo partecipazione 11/11 e momentum. Leggi la risposta...