Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Buongiorno Dottore ho un cliente che ha intenzione di investire una parte del suo patrimonio in fondi comuni di investimento azionari, in questi anni seguendo i suoi consigli ha portato a casa molti soldi, in questo momento privilegiamo ancora gli Stati Uniti come riportato nei suoi report oppure è il caso di mettere una parte anche sull'Europa? Leggi la risposta...
Leggendo il RG di oggi noto un miglioramento delle prospettive dell'indice Sp500 e anche nei giorni scorsi parlava di un riallineamento alle proiezioni elaborate nei mesi scorsi. Se però guardiamo all'asset allocation c'é un crollo dal 70% al 24% di investito sull'azionario.
Bisogna quindi stare fermi o ridurre l'azionario nonostante le proiezioni siano positive per i prossimi mesi? Leggi la risposta...
Se il mese di maggio si fosse chiuso ieri, quale sarebbe la percentuale di azioni per il mese entrante inserite all'interno del portafoglio? Leggi la risposta...
Fine dicembre 2018: fuori tutti , con molta probabilità vedremo nuovi minimi.
Mai rientrati in attesa di un opportunità che dovremmo avere avuto sopra i 2.815 punti di sp500.
Leggiamo di dati macro economici non rosei
Ci dà indicazioni anomale relative alla crescita dello sp500 e del decennale USA.

"Questa considerazione va necessariamente incrociata con i dati benigni che si parano davanti ai nostri occhi: non solo il primo trimestre ha prodotto un saldo a doppia cifra per lo S&P500; ma tutti i settori sono parimenti saliti, benché ovviamente con differenti sfumature: 11 su 11 hanno conseguito un saldo maggiore del 5% alla fine del primo trimestre. Dal 1950 un simile fenomeno è stato registrato altre 15 volte: abbastanza, per formulare conclusioni affidabili. Perché dopo tre mesi lo S&P500 si è migliorato in 13 occasioni - soltanto una volta ha perso più dell'un percento - conseguendo una performance media del +5.5%, che nel caso lo condurrebbe a ridosso dei 3000 punti. Gli investitori saranno costretti a ritornare in borsa: volenti o nolenti."

Siamo usciti a 2.350 e volenti o nolenti entriamo a 3.000?
Da orso siamo entrati in modalità but on deep?

Come diceva lei, siamo allocatori...mah?

Mi aiuti a comprendere con logica da allocatore cosa è cambiato e non solo partecipazione 11/11 e momentum. Leggi la risposta...
Visto il RG di oggi 18 marzo le pongo queste due domande:
- per quanto riguarda il mercato Obbligazionari, se non sbaglio, mi sembra si possa rimanere ancora sul pezzo.
Ha una proiezione della tempistica? Ossia, ha indicazioni se le proiezioni in suo possesso ci permettono di mantenere le posizioni almeno fino a fine anno?
- per quanto riguarda il mercato azionario, mi sembra di capire che si possa azzardare, per chi è scarico, una allocazione.
potrebbe indicare idealmente la percentuale max da usare, quale mercato o mercati privilegiare e fino a che periodo mantenere? Leggi la risposta...
Quali sono gli elementi che si propongono prepotentemente?
Leggendo regolarmente colgo solo due elementi distintivi : gli edci in continuo ribasso e adt11 contrastanti.
A costo di essere ripetitivo a +10 ytd MSCI ha senso assecondare un modello che ci ha “sbattuto” fuori? Leggi la risposta...
Gentilissimo Dottore buongiorno, volevo chiederle: ma nel rendiconto giornaliero di oggi cambiata qualche cosa rispetto al punto di vista che Lei ha avuto per tutto il recente passato sul mercato azionario? Ho avuto l'impressione che si guardasse a tale asset in maniera strategica.. La saluto e la ringrazio

Ps: cosa dice il sul modello di Asset Allocation? Leggi la risposta...
Riguardavo oggi il Suo modello di asset allocation, ed in particolare la quantità di azioni che consigliava di avere nel corso degli anni scorsi.
Devo dire che alla luce della storia che ben conosco, si è sempre comportato in maniera ineccepibile.
Attualmente, in termini di azioni non detenute siamo pressappoco nelle stesse condizioni del 2008, ma anche del 2016.
Il punto, mi pare di capire, è che a livello macro non si sia ne' nelle stesse condizioni del 2016 ma neanche in quelle del 2008.
È corretto?
Inoltre mi domando questo: che parentela c'é tra quanto occorso nei primi giorni del 2018, prima che arrivasse il pesante storno che sappiamo, e quello che sta avvenendo oggi? Leggi la risposta...
Gli SSS stanno saltando a ripetizione,vedi Italia,Usa e Germania,non nascondo il disappunto di chi come me è a zero di azioni (forse è il caso di rivedere qualcosa nel rapporto mensile Aa?),e ora che si fa?Si entra dopo una serie record di candele bianche?Su quali mercati/titoli?Il modello che prevede un minimo a febbraio è ancora valido? Leggi la risposta...
Volevo ritornare con lei sulla felice decisione maturata alcuni mesi fa, di ridurre drasticamente le azioni nel nostro portafoglio, fino ad eliminarle del tutto. Mi chiedevo se si tratti di una scelta personale o se ci sono elementi oggettivi a supporto. Colgo l'occasione per chiederle un aggiornamento sull'indicazione più recente dell'asset allocation. Leggi la risposta...