Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Vorrei sapere sin dove potrebbe arrivare il nostro indice e gli altri indici principali ( America, Cina, Europa) al ribasso. Leggi la risposta...
Sono andato a ripescare un appunto relativo ad un mio quesito di diversi anni fa riguardante le perf negative dell'AllShare Italia nella 1^ sett di maggio.
Rilevo che ci sono stati altri 9 casi di perf negative di oltre l'1% come quest'anno (in realtà abbiamo fatto ben peggio scendendo di oltre il 3%), con l'indice italiano sceso in seguito nei 2/3 dei casi a fine ottobre, ma soprattutto 3 casi di contrazione >24%. Davvero rischiamo una replica dei 3 casi più infausti ? Leggi la risposta...
Visto l'evolversi della situazione in Ucraina, direi che sono saltate le previsioni di un rimbalzo e massimi dell'anno per questa primavera.
Ora le chiedo dove potrebbe andare i mercati vista già la negatività da inizio anno.
Dove possono fermarsi i vari indici..?!
(Compreso quello italiano)
Quali potrebbero essere dei buoni livello di acquisto, o su cosa puntare in questo contesto. Leggi la risposta...
Caro Gaetano buongiorno,
prima di tutto grazie per il lavoro che svolgi: sempre più apprezzato ed utilissimo.

La domanda è molto diretta e precisa: quanto è credibile il (che percentuale di probabilità gli assegni al) massimo del FMIB previsto (fig. 99 dell’Outlook pag 105)?

Ti chiedo questo perché, negli ultimi numeri del Giornaliero, oltre ai tuoi dubbi spesso manifestati sul ns indice (e sul ns Paese da molto tempo), stai esprimendo anche notevoli dubbi su possibili rialzi - in questo lasso di tempo che ci separa da aprile- anche su titoli in manifesto, consolidato Up Trend di lungo periodo.

Fra ieri ed oggi, ad esempio , per le tre azioni che iniziano con P (Pirelli, Poste, Prysmian), tutte e 3 in up trend di lungo periodo, cioè oltre la mm a 200 gg (con Pirelli e Poste in up trend anche di breve e medio, dato il loro permanere oltre la mm a 21 gg o il tuo LSG) esprimi molti timori:

Pirelli & C “Una delle migliori azioni del paniere del MIB, nulla può però per evitare le pressioni dei realizzi. Vediamo se tiene il long stop giornaliero. ”
Poste Italiane “Le quotazioni non hanno conseguito un beneficio memorabile dalla sollecitazione profonda della media mobile a 200 giorni. Questo fa temere un nuovo test nelle settimane a venire.”
Prysmian “L’azione è stata respinta dalla resistenza primaria situata fra 35 e 37 euro. Una proiezione che minaccia di favorire qualcosa di più di un semplice consolidamento.”

Oltretutto ad una occhiata di medio termine sul FMIB - utilizzando i tuoi dati di analisi tecnica (grafico allegato degli ultimi 3 anni) - non sembrerebbero esserci avvisaglie di un (mini) bear maket imminente (eccesso di ottimismo e/o sollecitazione mm a 200), magari, forse al più, di una correzione limitata (dato il contenuto valore dell’HVI). Leggi la risposta...
Mi riallaccio allo studio di lungo periodo che ha proposto per la borsa italiana. Certamente convidivisibile per come ha incorniciato l'andamento di Piazza Affari negli ultimi dodici anni, ma incomincio a chiedermi se la stagnazione vissuta fino ad ora, non abbia creato delle sacche di valore. Dopotutto anche il Giappone sembra essersi risvegliato. Insomma, nonostante le giuste cautele, non trova che dal punto di vista fondamentale la borsa italiana possa essere un buy di lungo periodo? Leggi la risposta...
Vorrei cortesemente avere un suo giudizio sulla situazione attuale del nostro mercato.
Possiamo già considerare conclusa la correzione e quindi iniziare ad accumulare long sull’indice, oppure ad un eventuale rimbalzo si dovrebbe ulteriormente correggere…?
Visti i precedenti della primavera e dell’estate mi verrebbe da pensare che si tratti di una pausa temporanea della correzione, la quale dovrebbe presto riprendere.
Quali possono essere eventuali obiettivi di questa discesa (sia nella migliore che nella peggiore delle ipotesi) è possibile rivedere i 19800…..?! Leggi la risposta...
Vorrei un chiarimento se fosse possibile sul mercato azionario italiano, da una parte fa notare come il SELL OFF INDICATOR indichi un massimo rilevante e quindi una correzione imminente, dall'altra fa notare come le banche siano pronti a ripartire visto il CESI.
Ma se non erro il peso del settore finanziario è rilevante nel nostro indice, come concilia le due informazioni..?!
Inoltre nel RADIB afferma che il mercato potrebbe ancora salire sino a 21700/22100 ....almeno

Altra informazione che vorrei è capire se la Cina e soprattutto i Paesi Emergenti potrebbero o dovrebbero ripartire al rialzo visto il dollaro calare almeno contro euro a 1.139 Leggi la risposta...
Memore di un suo vecchio post sull’indice COMIT(che fornisce almeno dati storici più longevi) ho confrontato proprio l’indice predetto e il ftsemib, notando una cosa molto interessante, cioè che il mega canale al ribasso formato con i minimi del 1998 – 2003- 2009 – 2012 e i massimi del 2007 e dello scorso anno è praticamene quasi arrivato sulla resistenza alta(mancano pochi punti percentuali).
In relazione alla mail letta poco fa in cui rispondeva a un collega, penso che siamo molto vicini a un punto eccezionalmente importante, uno spartiacque. Il canale ribassista dura da più di 20 anni e eventuali nuovi minimi ipotetici sono lontanissimi dai punti attuali (sotto gli 8000), mentre l’eventuale rottura vorrebbe dire un cambio di trend storico.
Che ne pensa a riguardo, secondo i dati in suo possesso è ipotizzabile una rottura che cambierebbe le sorti della nostra economia? Leggi la risposta...
Ad oggi la borsa italiana ha fatto la stessa performance dell’intero anno 2017, siamo da inizio anno a circa + 14%, tenendo conto della formale recessione, rallentamento economico globale, ecc…
il CESI indica ancora dati in ripiegamento, ma l’indice non curante continua a salire.
La domanda che vorrei farle è la seguente, un CESI così basso mi fa pensare che probabilmente le aspettative siano altrettanto basse, ma se i dati futuri dovessero essere migliori delle aspettative (cosa che prima o poi
avverrà!!) cosa succede alla nostra borsa….!? (analogo discorso lo si può fare tranquillamente su tutte le borse!)
ormai sono 3 mesi che aspetto una correzione degna di nota per poter entrare (clienti compresi!) e devo ammettere che la frustrazione di questa risalita diventa sempre più profonda.
Alla fine del 2018 sembrava che il 2019 si aprisse sotto una recessione globale o quasi, che i mercati si sarebbero accartocciati (anche Lei prospettava dei minimi decisamente più profondi prima di una risalita di una certa consistenza!!), asset allocation prudentissima circa il 10% di azionario o giù di lì, non mi sembra che le notizie attuali rispetto a quelle del mese di dicembre giustifichino una euforia simile. Se in 3 mesi è salita del 14%, con pessime notizie ( le uniche positive sono il LTRO che partirà in Europa a settembre e l’attesa sino a fine anno prima di rialzare i tassi in America) in Italia abbiamo sempre il problema di incertezza politica e non solo…!! Dovrebbe chiudere l’anno con quasi il 60% di crescita, o ci aspettiamo un andamento laterale con piccolissime correzioni…!?
All’orizzonte è possibile aspettarsi una sana correzione che vada oltre i 3-4% ….??
Il greed index è vicino alla tripla cifra (superata comunque in settimana!!) non è indicatore di ipercomprato…!? Non dovrebbe “chiamare” una correzione di una certa importanza…!?
Tutto il Suo pessimismo di fine anno che ha indotto molti investitori ad abbandonare il mercato azionario per approdare a lidi più sicuri dove è finito…?
E’ bastato l’inizio anno a spazzarlo via…!?
Scusi lo sfogo ma l’aver perso il treno e soprattutto averlo fatto perdere ai clienti mi innervosisce non poco, forse è meglio essere cassettisti, su tutti i mercati, si tiene e come dimostra questo periodo, prima o poi si risale, altrimenti si corre il rischio (tramutatosi ora in certezza!) che per rientrare sul mercato si compra a prezzi più alti di quando si è usciti, aumentando così il mancato guadagno!!! Leggi la risposta...
Lei pensa che il nostrano si possa slegare completamente dal resto del mondo a livello borsistico? Io penso di no.
Il modello giapponese prevede un massimo a (omissis) poi un tonfo. Nel frattempo però precisa che il rialzo in atto è robusto sia qua che nel resto del mondo. Ed aggiunge che in questi casi solo una correzione di qualche punto percentuale è plausibile. Quindi io penso che il modello giapponese sia superato. Possibile arrivare anche a 21600 dice lei. Questo potrebbe significare il superamento del long stop mensile e la fine del ribasso di lungo. Questo mi pare straordinario prima o poi tutto dovrebbe tornare più normale. Sarebbe interessante sapere quando . Poi abbiamo le aspettative e i dati reali sotto le attese o sopra? Questo è il momento dove il dato reale supera le attese ? Perché se è così allora tutto è spiegabile. Leggi la risposta...