Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Ho in programma l'apertura, l'incremento, la ridefinizione di piani di accumulo azionari a 10 anni. Questa strategia si inserisce nelle varie gestioni di portafoglio clienti in base alle loro necessità e profilo di rischio.
Quando le cifre mensili da accantonare sono importanti, di solito diversifico metà su azioni globali big cap, e metà su (paese, settore, area) azioni molto più aggressive.

Detto questo, per i prossimi 10 anni quali settori, paesi, o aree mi consiglia per la quota azionaria molto aggressiva? Leggi la risposta...
Atteso il contesto, che sembrerebbe maturo per quanto riguarda la corsa dei mercati azionari (non abbiamo sfere di cristallo), la soluzione piano di accumulo sembrerebbe ottimale anche in termini di asset allocation per consolidare i guadagni passati e riposizionarsi coerentemente con le caratteristiche reddituali e patrimoniali dei clienti scavalcando così la montagna della paura che prima o poi si manifesterà nei prossimi 6 / 18 mesi ( mini?!?!?mercato orso).
Potrebbe per cortesia sviluppare la stessa analisi su un orizzonte temporale più customer oriented?
Sarei interessato alle finestre (1 gennaio 2000 ad oggi e 1 gennaio 2008 ad oggi).
Diminuendo l'orizzonte temporale è possibile avere una frequenza diversa sugli acquisti ricorrenti (trimestrali o semestrali? Mensili sarebbe il massimo). Leggi la risposta...
È possibile calcolare il valore finale di un pac di 1 dollaro investito annualmente sul S&P500 a partire dal 1974 ad oggi? Leggi la risposta...
Il PAC è da sempre lo strumento ottimale per attenuare il rischio di timing dell'investimento sui mercati. Ma se volessimo affinare ancora di più l'automatismo, quale potrebbe essere il giorno, o l'intorno del giorno mensile (in caso di pac mensile) in cui statisticamente è più conveniente entrare? E quindi, è possibile estrapolare dalle statistiche pluriennali sui mercati quando con maggior frequenza avvengono i minimi mensili, o comunque quando, facendo girare delle simulazioni di piani di accumulo con buona storicità sarebbe stato meglio fosse entrata a mercato la rata mensile?
È sempre stata una mia curiosità sapere se questo dato avesse rilevanza o potesse essere trascurato. Leggi la risposta...
A far data 11 settembre 2011 il mondo sembra essere cambiato. Negli ultimi anni le tensioni geopolitiche sembrano essersi intensificate ed il mondo sembra essere pieno di focolai pronti ad esplodere.
Cosa ne pensa del settore?
Esistono indici (ETF) che mi permettono di diversificare su questo settore?
Ha delle ricerche sulle aziende qui sotto riportate? Leggi la risposta...
Le faccio questa domanda. Ora la problematica cha abbiamo oggi sui mercati ha come catalizzatore la fuoriuscita della Grecia e il conseguente rischio contagio. Il fatto di essere potenzialmente rialzisti sui mercati implica una soluzione positiva della questione e come soluzione positiva si può pensare al fiscal compact, che richiede comunque tempo e che potrebbe essere visto positivamente dai mercati ma che visto l'egoismo dei singoli stati mi sembra lontano (certo che se si prende una persona e la si mette con la testa in giù fuori dalla finestra al 30° piano, è possibile cambiare idea velocemente, cito scena di un film!!), oppure come alternativa la Germania accetta di essere più flessibile nelle sue "impartizioni di austerità", cosa mi pare del tutto improbabile e che d'altronde potrebbe non essere presa benissimo dai mercati, che lo potrebbe considerare un esempio possibile da seguire da parte di altri paesi. Ora, perché essere rialzisti sui mercati? Ovvero, c'è un altro evento catalizzatore che non considero (che ne so, BCE prestatore di ultima istanza o altro del genere) oppure i "mercati" vogliono questo scompiglio per comprare e comunque (sempre i "mercati") non vedono problemi di questo tipo?
Infine, dai suoi diversi strumenti di analisi tecnica, qualcuno oggi conferma l'ipotesi rialzista, non so l'ipervenduto (anche se sappiamo che se c'è ipervenduto una ragione ci sarà...) o altro ancora?
ed infine, appurato che un'inversione di tendenza mi pare che lei la considera sotto il 20% dai massimi, diciamo che l'eurostoxx ormai c'é, mentre dax e sp500 no, quando lei ritiene che il campanello suoni veramente l'allarme, per esempio tiene in considerazione l'andamento delle 20 principali borse del mondo, piuttosto che la correzione sull'msci? Leggi la risposta...
Quali sono le sue considerazioni circa il mercato azionario asiatico in considerazione del rallentamento e la delusione dei dati cinesi? Leggi la risposta...
Potrebbe indicarmi i livelli utili per la gestione dell'Etf FR0010245514 Japan Topix? Ritiene opportuno, nel caso, incrementare questo Etf o diversificare con l'Etf IE00B0M63730, citato in una Sua risposta, ma del quale non so nulla? Questo secondo mi sembra faccia riferimento all'Asia in generale. Leggi la risposta...
Ho letto la sua risposta in merito ad un PAC 3/5 anni e vorrei una spiegazione circa l'esclusione della Cina sul lunghissimo periodo e come la vede invece sul medio/lungo.
Per meglio comprendere, le chiederei di chiarirmi le approssimative durate in mesi/anni del medio - lungo e lunghissimo periodo. Leggi la risposta...
Se dovesse attivare oggi 3 piani di accumulo con orizzonte 3/5 anni per massimizzare il profitto che temi sceglierebbe? cosa potrebbe cioè performare meglio per una struttura di investimento graduale come il pac? Leggi la risposta...