Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Che ne pensa della riunione della Fed del 10 giugno? quali sorprese potrebbe portare? calo degli indici oppure ancora sprint? Leggi la risposta...
Stavo osservando i principali indici mondiali per verificare la sensazione nata osservando il grafico sui Paesi emergenti su un supporto cruciale che forse, fatto salvo i FANG con le loro varie declinazioni, non venivamo da mercati così esuberanti.
L'MSCI World si trova sui massimi del 2007, 13 anni fa.
L'Eurostoxx si trova ai livelli del 2004, 16 anni fa, coi massimi del 2000 che furono attorno ai 5500 punti, oggi 2500.
Gli emergenti hanno appena rotto una media pluridecennale e sono ben lontani dai massimi.
Ma quindi se non ci fossero stati banche centrali e buyback azionari dove sarebbero stati questi mercati? Siamo sicuri che meritino un bear market così devastante, senza essere stati particolarmente eccessivi in senso contrario? Il rendimento di un portafoglio equiponderato negli ultimi 15 anni, non è inferiore alla media storica?
E' vero che ci sono stati i dividendi, che la globalizzazione ha eroso profitti e portato deflazione, ma non è più corretto temere ancora oggi più la bolla presente sull'obbligazionario rispetto alla sostenibilità dell'investimento in equity e nelle ulteriormente bistrattate materie prime? Leggi la risposta...
2) nel RG del 1 agosto evidenzia un interessante analisi sulla politica monetaria dei G3 calcolata come Media delle variazioni a 5 anni dei singoli tassi nazionali
Se ben comprendo una volta ottenute le serie storiche dei tassi Fed Bce e Boe lei propone un ROC a 60 mesi per ciascuno e poi la media della loro somma?
Per media intende diviso 3 o una moving average?
Posso chiederle il suo prezioso nonche riservato contributo per dipanare la matassa? Leggi la risposta...
Quando Alex River parla di neutral rate cosa intende? Con o senza inflazione o altro? Rispetto alla sua indicazione del tasso fed confrontato con quello shadow cosa e dove differisce? Leggi la risposta...
Qualche cliente detentore di fondi sul settore salute, mi chiede quali siano i possibili sviluppi futuri. Leggi la risposta...
Pochi giorni fa ha scritto di un'entrata pesante sui mercati azionari con fondi ed ETF di oltre 40 miliardi, oggi il grafico in prima pagina indica PAURA. Come la interpreta questa cosa? Non la trova contraddittoria?

Per il settore farmaceutico in generale vale lo stesso discorso del Biotech?

Quota Bond: quando prevede si possa incrementare la % di Bond in portafoglio? Maggio/Giugno in concomitanza del possibile massimo del mercato equity oppure prevede ulteriore sofferenza in base a decisione FED di domani? Leggi la risposta...
È possibile comprendere fino a che punto le Banche Centrali hanno gestito o stanno gestendo la situazione generata dai picchi di VIX/VSTOXX sui mercati che ha ben evidenziato nel rapporto giornaliero di ieri? Ci sono stati casi analoghi in passato in cui le BC hanno fatto sentire il loro peso per smorzare la volatilità e di conseguenza calmierare i mercati?

La correzione che si è generata sui mercati è in linea con il picco del VIX? Ho letto che valori analoghi di VIX sono stati seguiti da correzioni ben più profonde (vedi twin Towers, recessione del 2002), mi pare che solo nel 2008 il picco sia stato superiore seppur di poco.
Esiste una relazione tra andamento del VIX e le correzioni che seguono i picchi? È possibile avere un grafico che metta in evidenza valori analoghi di VIX del passato con l'andamento dei principali mercati azionari (almeno USA e Europa) nei 3/6 mesi successivi? Se ci sono stati nuovi minimi nei mesi successivi sono stati inferiori rispetto a quelli toccati con la prima esplosione di volatilità?

Ritiene che un calo della durata di 10 giorni sia un calo risolutivo? Visti i valori record di ipercomprato su diversi indici, pensa che gli eccessi maturati nel mese di gennaio siano stati smaltiti completamente?

Vorrei formulare ancora una domanda sul PT segnalato ieri sul NASDAQ in relazione ai possibili rialzi dei tassi con cui la FED sembrerebbe dover procedere nei prossimi mesi. Qual è secondo Lei il livello di tassi che può arrestare il rialzo del settoreche più di ogni altro è stato l'asse portante dell'uptrend che ci accompagna da diversi anni?

La ringrazio anticipatamente per tutte le informazioni che potrà darmi. Leggi la risposta...
Se la Yellen continuerà ad attuare una politica di rialzo dei tassi dobbiamo ancora aspettarci una partenza al rialzo dell'oro entro le prossime settimane o dobbiamo rivedere lo scenario indicato nell'Outlook?
Relativamente al nostro indice FTMIB ha indicato una sequenza ABC di rimbalzo con una C già completata in 5 onde di grado inferiore, anche se l'indice raggiungerà i 22800 punti sarà sempre leggibile come struttura ABC?
Ho ascoltato inoltre la sua intervista di fine maggio su Vloganza e se ho capito bene si attende una correzione sui mercati azionari in particolare quelli europei ma niente di particolarmente drammatico ovvero senza mettere in discussione la tendenza rialzista dei vari mercati, questo lo ritiene valido come scenario anche per il nostro FTMIB o invece essendo ancora incanalato in una struttura di lungo ribassista possiamo andare nuovamente verso i 15000 punti?
A livello di onde di Elliott questo massimo estivo sul nostro indice può essere considerato il punto 2 di una sequenza che dovrà ancora vedere una 3 -4-5 e dove i 15000 punti sono stati il punto 1? Leggi la risposta...
Sembrerebbe quasi certo il rialzo di 0.25% dei tassi americani a dicembre e, se così fosse, ci sarebbe un ulteriore apprezzamento del dollaro (sulla scia di quanto già avvenuto in questi giorni). Corretto?
A quel punto come constatiamo in questi giorni, i mercati emergenti dovrebbero continuare a "soffrire"... converrebbe quindi comprare a questi livelli o uscire per trade più chiare tipo finanziari ed assicurativi sui mercati americani ed europei? Leggi la risposta...
Mi chiedo se i mercati sia azionari che obbligazionari diano ormai per scontato e acquisiti nei prezzi l'eventuale rialzo dei tassi che dovrebbe esserci per dicembre.
Dal suo punto di visto cosa cambia rispetto al rialzo dello scorso anno...??
Non è una sorta di DEJA VU per i mercati...? Tutti ci ricordiamo come hanno reagito dall'aumento dei tassi sino a metà febbraio di quest'anno...!
Non potrebbe esserci una replica? Quindi una forte correzione di tutti gli indici?!
Inoltre teniamo presente che il QE europeo dovrebbe terminare a fine marzo, solo questa ipotesi dovrebbe mettere i brividi al nostro listino, il nostro paese con l'alto debito pubblico che ha rischierebbe seriamente di fare la fine della Grecia solo al pensiero della fine del QE e di un eventuale tapering; per quanto riguarda il dollaro, l'eventuale aumento dei tassi americani, dove potrebbe spingere la valuta americana e con quali implicazioni per i mercati internazionali azionari e obbligazionari? Leggi la risposta...