Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Come da sua indicazione nel report giornaliero odierno, i tassi nei prossimi mesi dovrebbero tendenzialmente salire.
Le considerazioni da lei esposte le condivido pienamente ma come indicato nello screenshot allegato il mercato REPO, nel quale opero quotidianamente, non sembra essere d'accordo con la ns. ipotersi...
Secondo lei a cosa è dovuta questa discrasia? Leggi la risposta...
In merito all'oggetto, quando riesce, può darmi maggiori ragguagli sulla sua costruzione? Leggi la risposta...
Oggi primo incontro con Goldman Sachs, in breve ...
a livello macro economia in rallentamento, ma abbastanza positivi per il 2019.
Poi 20% di probabilità di recessione nel 2020 e 50% nel 2021.
La cosa che mi ha colpito è che statisticamente parlando hanno fatto vedere grafico dove il mercato sbaglia sempre le mosse FED sui tassi.
Per loro quest'anno ci saranno ancora due rialzi dello 0,25%.
Domanda provocatoria:
sembra che la Fed voglia favorire la recessione per poi avere le "armi" per poi contrastarla?

Tornando al breve periodo, lei indica come probabile qualche settimana di calo, con minimo per metà febbraio, per poi ripartire.
Mentre ci propone una serie di analisi dove il minimo di dicembre non è quello definitivo.
Quello definitivo lo si può collocare nella seconda parte dell'anno o prima? Leggi la risposta...
Spero di riuscire a seguire l'intervista e magari risolverai a viva voce il mio dubbio ma nel frattempo le scrivo: qualche giorno fa scriveva del crollo delle probabilità di un triplo rialzo dei tassi negli US e sul rapporto di ieri un grafico suggeriva 2,3 rialzi dei tassi FED nei prossimi 12 mesi. Questo scenario mantiene la soglia di ingresso sul debito americano al 3,4% di rendimento sul trentennale? E più o meno a quanto potrebbe corrisponde sul decennale? E a che punto siamo ora? Leggi la risposta...
Rileggendo l'outlook annuale di gennaio e quello semestrale di luglio, ho trovato questi suoi due chart che farebbero pensare - a differenza delle varie considerazioni ottimistiche emerse ultimamente - che il mercato americano sia ormai al capolinea. Ecco i grafici commentati in allegato. Che cosa ne pensa? Leggi la risposta...
Sto leggendo Outlook e mi sono imbattuto nelle figure 51 e 52 che commentano i margini e di manovra Fed (siccome devo incontrare cliente importante con profilo prudente che è stato sollecitato da concorrenza per entrare sul mercato azionario adesso) mi potrebbe commentare i motivi per far rimanere prudente questo cliente e non farlo avventurare in investimenti azionari.
Io avevo concesso spazi di intervento solo dopo un forte storno e per un piccolo importo, mi aiuta a spiegare la situazione il rischio di recessione. Leggi la risposta...
Stamattina ho letto il suo commento circa l'andamento dei rendimenti obbligazionari americani durante l'inizio di un ciclo di politica monetaria restrittiva:"Ci sembra, senza grosso timore di smentita, che la direzione più probabile sia quella ascendente: partendo dagli anni Settanta, i rendimenti del T-Note sono saliti a distanza di sei e dodici mesi in 7 casi su 8, con una crescita media rispettivamente pari al +10 e al +15%".

Qualche mese fa, non ricordo se Lei o qualche altro commentatore da Lei riportato, diceva che difficilmente i rendimenti decennali americani si sarebbero portati oltre al 2,50-2,60%. A quel punto, si sarebbe creata un'opportunità d'acquisto sui governativi americani poiché la FED, presto, dovrà fare marcia indietro e tornare sui suoi passi, in materia di tassi e di previsione di tassi futuri. Questo perché, nel 2016, la crescita americana non sarà, secondo questo commento, così spumeggiante da poter sopportare un tasso ufficiale tanto più alto rispetto agli attuali livelli. Ieri sera, la FED ha addirittura alzato le stime sui FED FUNDS a fine 2016 (1,50%) e a fine 2017 (2,50%).

Ritiene ancora un'opportunità un ingresso sui Treasury decennali in caso di rendimenti intorno a 2,60% (massimo dell'ultimo anno e mezzo)?
È ancora dell'idea che la FED dovrà fare i conti con una realtà economica meno brillante di quanto parrebbe ora sostenere? Leggi la risposta...
I tassi la fed li rialzerà. Se non a dicembre, a marzo. Come ritiene il trade short di treasuries e long di dollaro? Leggi la risposta...