Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Cortesemente, ci può fornire un aggiornamento sulla posizione di lungo periodo della borsa italiana? come si è comportato il segnale di acquisto che ci ha proposto la scorsa estate? Leggi la risposta...
In merito a quello che ha detto S&P (agenzia di rating) lei non cambia la sua previsione sul nostro indice mi sembra di capire; e' corretto? Leggi la risposta...
Memore di un suo vecchio post sull’indice COMIT(che fornisce almeno dati storici più longevi) ho confrontato proprio l’indice predetto e il ftsemib, notando una cosa molto interessante, cioè che il mega canale al ribasso formato con i minimi del 1998 – 2003- 2009 – 2012 e i massimi del 2007 e dello scorso anno è praticamene quasi arrivato sulla resistenza alta(mancano pochi punti percentuali).
In relazione alla mail letta poco fa in cui rispondeva a un collega, penso che siamo molto vicini a un punto eccezionalmente importante, uno spartiacque. Il canale ribassista dura da più di 20 anni e eventuali nuovi minimi ipotetici sono lontanissimi dai punti attuali (sotto gli 8000), mentre l’eventuale rottura vorrebbe dire un cambio di trend storico.
Che ne pensa a riguardo, secondo i dati in suo possesso è ipotizzabile una rottura che cambierebbe le sorti della nostra economia? Leggi la risposta...
Ho letto buona parte dell'outlook (ottimo lavoro come sempre). Faccio riferimento al paragrafo dell'Italia sul cui indice si è espresso in maniera molto netta a favore di un ribasso.
Ora questa mattina con il commento sull'Eurostoxx50 evidenzia la formazione di un testa e spalla ribassista, figura alla quale lei però non crede molto anzi dice che spesso avviene la rottura della spalla di destra trasformando il potenziale segnale ribassista in un ottimo segnale rialzista.
Se ho capito bene il nostro indice, se dovesse concretizzarsi la rottura al rialzo dell'indice europeo, seguirebbe lo stesso percorso, a maggior ragione oggi che ha annullato la sovra-performance di 20 punti percentuali rispetto allo stesso.
Quindi tutto quanto indicato nell'outlook relativamente al nostro indice andrebbe a decadere?
Cosa ci dobbiamo aspettare?
Anche dall'outlook dell'anno scorso ci saremmo dovuti aspettare un ribasso dalla fine di luglio ma poi in agosto ci fu poca negatività e poi siamo saliti, anche quest'anno può succedere che la tanto attesa negatività non si verifichi?

Le chiedo inoltre un suo commento sulle azioni Yamana Gold, Molmed e Roche e se possibile i target che lei pensa raggiungibili. Leggi la risposta...
Mi è abbastanza chiaro il discorso della tenuta di una media mobile e di cosa questa rappresenti come segnale di mantenimento di un trend rialzista o di inizio di un possibile trend ribassista. Quello che invece ancora non mi è chiaro, perché sono come le ho detto, nuovo della materia, è cosa dia un segnale netto di inversione di tendenza quando si sta già da un pezzo al di sotto della media mobile dei 200 giorni, come per esempio nel 2009. Guardavo Infatti il grafico Comit che lei ha allegato ad uno dei suoi commenti recenti, dove sono evidenziati in particolare due casi: una inversione di tendenza nel 2003, relativamente vicina al valore della media mobile 200 giorni di quel periodo, che ha portato i mercati a salire fino al 2007, e poi nel 2009 quando l'inversione tendenza è invece partita da un valore molto più lontano e più basso. Da circa quota 650 ha portato il valore a superare la media mobile ed a giungere intorno ad area 1100. Quindi in sostanza il grosso della salita l'indice Comit l'ha fatto sotto la media mobile 200 giorni e non, come è successo dal 2003, sopra. Comprenderà quanto questo "dettaglio" mi possa incuriosire interessare. Leggi la risposta...
Vorrei avere un chiarimento, dal suo punto di vista i mercati azionari ed in particolare il nostro indice continueranno a muoversi in un range laterale fra 21350 e22600 oppure le possibilità che si vada sotto il supporto resta la tesi da sposare..! Si potrebbe accumulare posizioni short sull'indice in previsione di una rottura...?! Leggi la risposta...
Come faccio ormai assiduamente, negli ultimi giorni ho letto con molta attenzione tutti i Suoi commenti riguardo al Delta System ed alla valutazione del prossimo periodo estivo. In modo particolare mi sono soffermato sul comportamento quotidiano delle più importanti borse valori che, come lei ha sottolineato, sembrano svogliate, poco dinamiche ed in definitiva piuttosto fiacche nelle loro reazioni. Le volevo domandarle perciò, cosa pensi della reazione post nascita del Governo italiano, ed in particolare del comportamento dei volumi di acquisto e di vendita (mi riferisco alle note mani forti) nella giornata di lunedì. Con particolare riferimento alle borse americane.
Mi chiedevo se nella sostanza fosse cambiato qualche cosa, negli ultimi 3-4 giorni, circa la valutazione complessiva del prossimo periodo giugno settembre. Leggi la risposta...
Volevo chiederle dell'indice Comit italiano che è quello più importante: sarebbe possibile fare un aggiornamento storico su questo indice con le resistenze per vedere a che punto siamo.

L'altro indice sarebbe quello delle banche italiane: anche questo è importante per vedere a che punto siamo; nel 2015 aveva strappato molto, si potrebbe capire se il nostro indice può finalmente strappare al rialzo di netto o se siamo su una resistenza forte, grazie. Leggi la risposta...
Volevo segnalare che l'indice Comit ha superato il massimo del 2015, sarebbe interessante fare una analisi grafica, grazie. Leggi la risposta...
In merito all'indice nostrano constato (se non sbaglio) che agli anni 2001, 2007 e 2010 negativi è seguito un anno con lo stesso esito finale.
Le chiedo se, pur in presenza di un numero limitato di casi, ad oggi ci siano elementi che possano far "somigliare" il 2016 a quelli indicati. Leggi la risposta...