Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Avrei piacere di rivedere un aggiornamento con suo commento dei grafici in oggetto pubblicati sul rapporto giornaliero del 13/9.
Prezzi alla produzione e catena approvvigionamenti globali suggerivano un probabile ammorbidimento della CPI statunitense. Il successivo dato di metà mese ha deluso le attese, e precipitato i mercati.
Il calo è solo rinviato? Un nuovo dato che recepisse i recenti cali dei prezzi di petrolio e commodities potrebbe segnare un punto di svolta sui mercati e/o nella politica monetaria USA? Leggi la risposta...
Il prezzo del petrolio su questi livelli potrebbe considerarsi come elemento deflazionistico in quanto riduce la capacità di spesa dei consumatori.
Nel contempo però sappiamo che l'aumento del prezzo del petrolio è statisticamente correlato all'inflazione, aumentando il costo del trasporto e di conseguenza quello dei prodotti.

A suo avviso è da considerarsi elemento inflattivo o deflattivo? Leggi la risposta...
Oggi il dollaro è tornato prepotentemente in area 1,18.
Dobbiamo accantonare l'idea che si indebolisca e torni invece a rafforzarsi? Leggi la risposta...
Ho seguito con interesse il suo "monologo" su Traderlink, dando ormai per scontata la risalita dell'inflazione come vede la ricaduta di ciò sull' Eur/Usd? Sono sempre valide le tesi sull' Outlook pag.97 - 100? Leggi la risposta...
Le faccio questo quesito un po' incasinato, l’indice move misura la volatilità del mercato obbligazionario governativo.giusto?
Il vix fondamentalmente si muove all’insù quando l’indice azionario scende e c’è forte volatilità, quindi ha una variante sola.
Ma se ci fosse volatilità in salita sui tassi, tipo bomba inflattiva a breve?
Dallo storico che ho io 2003, questo indice si muove coerentemente con i tassi di rendimento. Quando scendono l’indice sale, quando salgono o cmq non c’è volatilità l’indice scende.
L’indice scenderebbe a nuovi minimi o in quel caso salirebbe perché la volatilità ci sarebbe in senso opposto?
Non so se sono stato abbastanza chiaro... Leggi la risposta...
Sono un po' confuso sulla direzionalità del bund. È salito su timori delle elezioni europee, ma i dati sull'inflazione europea incominciano a penalizzarlo.
Che prospettive hanno i rendimenti in Germania?
Potrebbe allegare un grafico perpetuo/rettificato del bund ed uno dei rendimenti con la sua analisi? Leggi la risposta...
Le chiedo: nella possibilità che l'inflazione si scaldi nella zona euro, quali settori azionari Italia e Europa potrebbero essere oggetto di acquisto già dal prossimo mese terminato un consolidamento di fine aprile? Anche qualche titolo singolo.
Fiat ha rotto la resistenza tra 7.15 e 7.30. È da comprare? Leggi la risposta...
Si fa sempre un gran parlare di inflazione che non c'è e che sembra che tutti vogliano ad ogni costo. È sicuramente ipotizzabile che, data la natura ciclica del mondo e dei mercati, prima o poi torneremo ad averne in quantità pure eccessive.
Ci sono degli indicatori economici o di altra natura che possono aiutare ad anticiparla in modo da non farsi trovare impreparati? Leggi la risposta...
In attesa del suo Outlook 2015, saprebbe dire quanto è attualmente il differenziale di inflazione tra Usa/Euro? Leggi la risposta...
Volevo chiederle se alla luce del risultato elettorale pro Renzi e della prospettiva di un'azione significativa della BCE il 5 giugno prossimo per contrastare una possibile deflazione dei prezzi (almeno così pare ...ma sarà vero? e fino a che punto si spingerà la BCE?), sia plausibile uno sfondamento delle resistenze sui massimi dell'anno a 22200 punti circa di FTSE MIB.
Mi pare di capire dalla analisi ciclica che commenta giornalmente nel suo RAPPORTO che tale evenienza non sia contemplata ed anzi che max dopo le prossime scadenze tecniche del terzo venerdì di Giugno (o forse prima) si scenderà quasi sicuramente.
È forse scettico sull'efficacia di tale "eventuale azione"? o che Draghi non possa fare cose oltre il suo mandato e comunque non farà niente di eclatante (es QE stile USA)?.
Le chiedo ciò perché molti analisti che, forse si aspettano anche oltre il lecito da Draghi, ritengono plausibile una sovra performance da parte del nostro listino tale da colmare il gap che si è formato in questi ultimi anni rispetto al resto d'Europa; c'è chi parla di arrivare, magari verso fine anno / prossima primavera oltre i 24500 punti max dell'Ottobre 2009, fino ad arrivare ad un, visto da ora, stellare 32.000/33.000 punti di FTSE MIB.
Mi sembra insomma che ci sia un incontrollato ottimismo in prospettiva...
E d'altra parte anche vero che i listini guida come Dax e SP 500 sono ad oggi un po' tirati per cui sarà forse difficile migliorarsi ulteriormente ...almeno entro l'estate.
Vorrei un suo parere tecnico e le sue senzazioni anche in considerazione della posizione short degli hedge fund da Lei annunciata oggi. Leggi la risposta...