Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

L'altro giorno parlava di Technogym in termini molto positivi e mi ha incuriosito : oggi è ad un soffio dai massimi storici ( manca qualche punto percentuale ) , dando per scontato l'abbattimento di tale soglia a breve, mi può indicare gli obbiettivi di prezzo?

Inoltre, potrebbe farmi un'analisi di Intesa dopo il recente rally ? Leggi la risposta...
Ho appena letto la sua risposta al lettore sul massimo di novembre.
La stessa fa il paio con quanto scritto stamani sul rg e con quanto sta scrivendo da qualche giorno un po’ ovunque: ossia non c’è da aspettarsi “tanto di più” da qui a fine anno e all’inizio del 2020 addirittura ci si aspetta che i mercati facciano prendere “un bello spavento” agli investitori (come se ce ne fosse bisogno…).
Quello che però mi domando è: visto che molti indici europei sono lì per lì per rompere dei massimi pluriennali, con resistenze importanti già abbondantemente superate, come vede lei la situazione su questi indici? Pensa che possano far bene a dicembre, oppure che vengano respinti dalle rispettive resistenze, creando la percezione di un triplo massimo?
Come dice lei: la posta in gioco è alta…! Leggi la risposta...
Riprendo questa mail perché si direbbe che l’SP500 abbia in qualche modo “già dato”, anticipando a nov la performance di dic (+3,82% il saldo della perf mensile al close di ieri). La mia impressione è che ora, a parte un certo trascinamento nelle prime 2-3 sedute del mese entrante (va sempre tenuto conto del momentum) sia destinato a trascinarsi in laterale fino a fine anno. Come s’è comportato dic in seguito ad una perf di nov >+3% e con nov che ha fatto registrare un max storico ? Leggi la risposta...
Potrebbe gentilmente pubblicare i seguenti dati macro relativi alla Turchia nel periodo 2019-15?
- Dollari usciti dalla Turchia in questo periodo?
- Investimenti esteri: trend del periodo Leggi la risposta...
Ho creato una posizione su Telecom a 0,54 - la vorrei incrementare al superamento di 0,61 che ne pensa ?
Nexi a questi prezzi come la vede? mi pare abbia rotto al rialzo... Leggi la risposta...
Potrebbe darmi un aggiornamento sul titolo azimut e sul natural gas? Leggi la risposta...
Fornirebbe una sua analisi sull'indice in oggetto? Leggi la risposta...
Riesce a darci qualche numero per comprendere cosa è costato questo tira e molla?
Chi vince chi perde? Leggi la risposta...
Ho letto l’articolo del link qui di seguito. Su quale logica si basano? Dalle Sue analisi potrebbero avere ragione? Leggi la risposta...
innanzitutto complimenti per il minuzioso lavoro che svolge, condivide la seguente previsione?

A detta di Harald Berres l'atteso rally di fine anno e' gia' iniziato, ma si concludera' prima del previsto. "Come accade per le maree - spiega l'esperto - anche i mercati azionari mondiali sono soggetti a fluttuazioni ricorrenti. Mentre i mesi invernali e primaverili sono considerati come tipici mesi rialzisti, gli investitori tendono a temere l'estate e l'autunno. Questo perche' molte battute d'arresto gravi, come e' stato per il lunedi' nero del 1987 o per l'11 settembre 2001, si sono verificate in autunno. Dato che i mercati azionari sono stati spesso in grado di riprendersi da queste battute d'arresto tra novembre e dicembre, e' nato il mito del rally di fine anno. Si tratta in realta' di un rally di dicembre che non di un effettivo rally di fine anno. Tra Natale e Capodanno, infatti, la stagione delle vacanze si traduce in un turnover di Borsa che e' troppo debole per stimolare i mercati".
Ora che ci stiamo avvicinando alla fine del 2019, la domanda e': ci sara' un rally di fine anno? Per l'operatore "la risposta e' semplice: in realta' siamo gia' nel bel mezzo del rally. Nelle ultime quattro settimane tutti gli indici sono cresciuti vistosamente e, dato l'alto livello di pessimismo degli investitori, i mercati azionari sono letteralmente decollati a partire da meta' settembre, con un'impennata dei prezzi. Allo stesso tempo, il sentiment e' migliorato e porta a disegnare un quadro ottimistico. Dato che un ottimismo eccessivo puo' essere dannoso per i mercati, e' improbabile che vedremo una prosecuzione del bull market a questi ritmi. Pertanto, e' piu' facile prevedere un rally di San Nicola, festa che cadra' il 6 dicembre, piuttosto che un rally di Capodanno. Del resto, alla fine dell'anno i mercati azionari hanno bisogno di consolidamento, altrimenti potrebbero surriscaldarsi e pagare poi con una correzione a gennaio 2020. Leggi la risposta...