Questa sezione contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica.

Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto Giornaliero. Attenzione: l'accesso alle risposte è riservato ai soli utenti abbonati al Rapporto Giornaliero.

Dopo lo strappo del gas si puo provare lo short o è presto?
sul caffé si puo mantenere/incrementare il long?
Saipem sta testando il LSM opportunità o è meglio aspettare fine mese? Leggi la risposta...
Le invio estratto relativo alla attuale correzione e sue ripercussioni future. Come vede la possibilità di una recessione?

A fine ottobre, l'indice MSCI All Country World ex-USA ha ceduto il 20% dal picco più recente. Secondo una ricerca di Goldman Sachs, quando un simile scenario si è venuto a delineare in passato, i successivi 12 mesi sono sempre stati accompagnati da rendimenti positivi (in media del 21,7%), purché nello stesso periodo non si sia verificata una recessione. In tal caso, infatti, i rendimenti nei 12 mesi successivi sono stati quasi sempre negativi, in media del -11,4%.

A ottobre l'indice S&P 500 ha registrato una correzione di quasi 10%. Una simile situazione in passato si è tradotta otto volte su dieci in un rendimento positivo che, nei 12 mesi successivi e in assenza di recessione, ha raggiunto in media l'11,8%. In presenza di una recessione, invece, i rendimenti nei 12 mesi successivi sono rimasti mediamente invariati.

Una correzione del mercato azionario in un contesto di espansione economica ha rappresentato nella maggior parte dei casi un'opportunità di valore. Fatta questa premessa, è evidente come la combinazione di rapida crescita degli utili societari negli USA e sell-off di ottobre abbia causato la terza maggiore flessione annuale del rapporto prezzo/utili dagli anni '70.

Se la recessione non è alle porte non c'é dubbio che questa sia una grande opportunità di ingresso. Leggi la risposta...
Dopo i cali di mercato dello scorso ottobre, cosa ne pensa dei titoli value in Usa ed Europa? sarebbero da preferire d'ora in poi ai titoli Growth? Leggi la risposta...
A seguito dei recenti movimenti di mercato, potrebbe riproporre lo studio relativo ai mercati azionari più interessanti per il prossimo decennio supportati dal CAPE? Svezia e Russia fanno ancora parte del plotone dei favori? Leggi la risposta...
Devo decidere quale strategia consigliare ai miei clienti e volevo un suo commento.
Se davvero lo S&P dovesse rompere i 2650 sarebbe bear market anche per l’America. Con l’America che scende mi vien difficile immaginare l’azionario Europa che sale o quello dei Paesi Emergenti che recupera.
Oltre a questo, materie prime no, obbligazioni area euro no, titoli di stato Italiani no (non ancora almeno), obbligazioni area $ ??? A cambio aperto ??? Obbligazioni dei paesi emergenti ???
Potrebbe darmi un suo parere su quali tipologie di investimento preferire in uno scenario del genere? Leggi la risposta...
Alla fine lo scenario verificatosi è stato quello del doppio ribasso Ottobre-Novembre, col modello di discese superiori al 4% in ottobre che chiamava debolezza anche per Novembre ed una eventuale, modesta ripartenza da Dicembre. A questo punto come comportarci sui portafogli che dovessero essere in sofferenza ed ancora sovraesposti sull'azionario? Ci sarà nei prossimi mesi una ulteriore occasione di uscita a prezzi ragionevoli..? Leggi la risposta...
È ancora dell'idea di un minimo sulla borsa Cinese da cui ripartire oppure viste le recenti turbolenze sui mercati eviterebbe esposizioni anche su quel mercato? Leggi la risposta...
Ho visto, che in queste ultime due sedute, lo S&P 500 ha chiuso il gap apertosi a fine ottobre. È possibile che la prossima settimana possa ripartire o prima di investire sull'indice è opportuno attendere fino a metà del prossimo mese, come ha proposto nel grafico del 8/11/2018 sul RG? Leggi la risposta...
Nel Bit Report nr. 12 di quest'anno si scriveva che il Bitcoin dovrebbe realizzare un minimo tra fine 2018/inizio 2019 e poi ancora che la quotazione in Euro tra 4700 e 4900 costituiva la linea del Piave. Mi sembra che oggi ci siamo arrivati , ci può fare cortesemente un'aggiornamento della situazione . Leggi la risposta...
Nel momento che le scrivo Apple è se non ricordo male vicino al supporto da lei indicato qualche giorno fa ora quali potrebbero essere le implicazioni in caso di rottura o se mantenuto il supporto stesso potrebbe essere il segnale di ripartenza/rimbalzo del mercato? Leggi la risposta...