Sullo zucchero penso purtroppo di aver perso un treno importante, dato che le sue analisi avevano ben inquadrato e previsto con largo anticipo quelle che sarebbero state poi le mirabolanti evoluzioni di questa materia prima. Riassumendo brevemente, senza cercare di recuperare il tempo perso e giusto per andare al punto, ero rimasto al momento in cui Lei prospettava un minimo da cogliere classificato come "terzo zag" di un triplo "zig-zag" in via di formazione e non ancora completato. Da quel minimo, correttamente previsto sotto i 15 dollari, le quotazioni sono ripartite alla grande, per completare credo, quello che Lei in precedenza aveva definito un giovane bull market con obbiettivi piuttosto ambiziosi.
Dunque, la domanda abbastanza scontata che volevo farle è se ritiene che si possa ancora puntare sulla prosecuzione di questo bull market con un ingresso alle attuali quotazioni o se, nel frattempo, sono emersi elementi che possano suggerire cautela o mettere in dubbio i target prospettati a suo tempo.
Per quanto riguarda il T-Note, nel rapporto giornaliero di lunedì, Lei ha messo in conto uno stop alla salita dei rendimenti. Volevo chiederle se ritiene che da quì si possa sviluppare un qualche rimbalzo delle quotazioni del future o se pensa piuttosto ad una semplice pausa prima che si torni a scendere, considerato anche che, in termini di Tnx, siamo oltre quel 3,20 % che era l'obbiettivo prospettato qualche settimana fa.

Abbonati o Accedi per consultare questa sezione