Anche in prospettiva dell'operatività di fine anno nei confronti dei clienti, mi piacerebbe avere da lei una sintesi della situazione.

- Anche nel RG di oggi lei cita numerosi indicatori che propendono per una continuazione del rialzo;
Fino a quando? intendo dire: un rialzo limitato alla data delle elezioni o destinato a proseguire sino a fine dell'anno o magari
fino alla prossima primavera?
Riguardo all'entità di tale rialzo, anche leggendo i vari post su smartTrading , mi sembra di vedere un consenso intorno al
3/4 %,
Chi è rimasto fuori dal mercato, a suo avviso, farebbe bene a rientrare almeno parzialmente o a questo punto i margini verso
l'alto sono troppo risicati? Chiaramente sto parlando di un investitore di medio/lungo termine.
La debolezza del dollaro quanto può incidere su questo scenario come erosione delle performances?

- Indici americani a parte, la Cina ed i paesi emergenti dell'Asia rimangono a suo avviso interessanti?

Guardando il mercato da altra prospettiva, ho letto considerazioni di alcuni gestori che parlano di una bolla ormai vicina ad
esplodere come nel 2000, citando multipli cari, alto numero di società che non faranno utili, ecc…
Quale è la sua opinione al riguardo?

Abbonati o Accedi per consultare questa sezione