Un aspetto eclatante di questo bull market è l'elevata dose di scetticismo che lo circonda. La liquidità sui conti correnti degli investitori è copiosa ma non sarebbe il caso di leggere questo dato sulla base della scarsa inflazione e degli scarsi rendimenti obbligazionari (e se per questo anche azionari in prospettiva)? Riuscirebbe a "normalizzare" il dato per capire quanto scetticismo c'è in effetti rispetto al toro e quanto invece c'è indifferenza perché tanto l'inflazione non morde?

Abbonati o Accedi per consultare questa sezione