Sono diversi giorni che, leggendo vari articoli e varie opinioni sulla situazione e sulle prospettive economiche dei prossimi mesi, mi pare di poter sintetizzare che se oggi il rischio di una recessione sia relativamente "contenuto" lo stesso potrebbe consistentemente aumentare nei prossimi periodi.
Vorrei quindi domandarle, anche tenendo conto di quegli economisti che cominciano a fare dichiarazioni veramente allarmanti circa l'estate che ci aspetta, quanto un ulteriore minimo di mercato, che anche secondo lei ci sarà, possa essere più profondo di quello fino ad ora toccato.
O in altre parole se lei ha già uno studio grafico giugno/dicembre, nella peggiore delle ipotesi, come aggiornamento di quello proposto all'inizio dell'anno.

Abbonati o Accedi per consultare questa sezione