Non ho compreso in pieno la decisione di alzare il tasso di sconto ungherese dal 6,5% al 7%, un po' controcorrente di questi tempi. Osservando un grafico dell'inflazione che ho estratto dal web, emerge che è poco al si sopra dei minimi degli ultimi 11 anni almeno, si potrebbe trovare un'altra motivazione di questa azione (errata)?

Abbonati o Accedi per consultare questa sezione