Buongiorno dottore, buon anno e complimenti per il suo lavoro. L'ultima volta che l'ho contattata sul gas, a fine ottobre, chiedendole un parere sulla tenuta di 3.40 scadenza dicembre, barriera del mio turbo certificates short, è andata bene per il rotto della cuffia, il gas salì fino a 3, 396 prima di partire finalmente al ribasso atteso.
Dopo aver sudato freddo, da allora, seguendo la sua analisi, i ritorni short (e long su un rimbalzo) sono stati veramente importanti.

Ora, vedo dal cot report che il saldo netto % delle posizioni short dei commercials rispetto agli OI si è ridotto parecchio, siamo a -1, e in un contesto di una risalita delle quotazioni dai minimi in area 2.3, non durante un ribasso, come sarebbe stato lecito attendersi

Fino a quando questo saldo netto perdurava nettamente negativo come è stato a lungo nei mesi scorsi, mi tornava il target minimo a 1.8 da lei fornito in più di una risposta. Mi è anche chiaro che il sn deve andare abbondantemente in positivo per intercettare un minimo importante del gas.

Ma data la brusca riduzione dell'esposizione short e il contesto in cui è avvenuta, è sempre dell'idea di una discesa delle quotazioni a 1.8 o pensa che il target sia da rivedere ?

Le chiederei gentilmente inoltre un aggiornamento sui preziosi, argento, palladio e platino in particolare, dopo la brusca correzione di venerdì. Quali target vede per queste 3 materie prime ? Abbiamo già fatto i minimi e siamo pronti per ripartire o siamo in presenza di una inversione ?

Abbonati o Accedi per consultare questa sezione