Stamattina Il Sole 24 ore ha pubblicato un articolo dal titolo "Mercati mai così "cari" da due secoli(!). È la madre di tutte le bolle"? il quale riprende un recente studio degli analisti di Deutsche Bank (bravi dico io, anche dopo quello che ha risposto stamattina Lei ad un lettore, prima di tutto a reperire i dati di due secoli fa!).

Anche un altro articolo di qualche giorno fa pubblicato su "Advisor Professional" dal titolo "Mercati in bolla? 5 fattori di rischio da monitorare", riprende l'argomento citando un'analisi fatta dalla società di investimento indipendente Ethenea il cui focus è la preservazione e l'incremento del patrimonio affidato (cito testualmente ciò che c'è scritto nell'articolo...).

Ora, dico io: sicuramente se crash sarà, credo che sarà, molto probabilmente, il crash più annunciato almeno... degli ultimi due secoli, non crede?

Mi permetta una domanda più "tecnica": ho letto qualche giorno fa che la popolarità di Trump è ai minimi termini (nonostante la proposta di taglio delle tasse, il che è tutto dire...). Mi pare che tempo fa citò un'analisi secondo la quale se la percentuale di gradimento del Presidente USA scende sotto una certa cifra, ci potrebbero essere ripercussioni negative sui mercati, o mi sbaglio?

Abbonati o Accedi per consultare questa sezione