Un cliente con posizioni sul debito in lire turche mi chiede lumi su quanto segue: «Prima delle elezioni Erdogan aveva promesso e minacciato di aumentare il suo controllo sulla banca centrale turca nel caso avesse vinto le elezioni e il solo annuncio delle sue intenzioni era stato sufficiente per far precipitare il valore della lira turca. Ora non è chiaro cosa farà Erdogan, ma se mantenesse fede alle sue promesse sarebbe "un disastro per la lira, per l’inflazione e per quelli che hanno investito nel debito turco", ha detto al New York Times l’analista Emre Deliveli, ex editorialista del quotidiano Hurriyet».

Abbonati o Accedi per consultare questa sezione