Un amico imprenditore commercia in legname pregiato e sarebbe sua intenzione incrementare smodatamente il magazzino ( materia prima) ed investire così la liquidità al posto delle solite azioni obbligazioni etc.
Le motivazioni della scelta sono chiare.
Rendimenti negativi e mercato azionario troppo difficile da decifrare da una parte, cambiamenti climatici e probabile difficoltà nel reperire il materiale nel proseguo dall’altra.
Imposterebbe così un investimento a lungo termine sul futuro dell’azienda.
Cortesemente la domanda riguarda il settore merceologico nello specifico e più in generale ritiene che questa sia la fase opportuna per abbandonare la finanza?

Abbonati o Accedi per consultare questa sezione