Se non ricordo male in primavera enfatizzava molto il rialzo della borsa italiana, facendo notare come da molti indicatori tecnici da Lei usati mostravano il rialzo del nostro mercato come molto solido a differenza della del rialzo della primavera 2014.
Ora mi chiedo come mai la correzione attuale viene vissuta con molta più angoscia e paura rispetta alla stessa dell'Agosto-Settembre 2014, dove a vostro dire la salita era molto più fragile ed insostenibile, dove il PIL non mostrava gli attuali segni di ripresa e soprattutto non si era davanti ad un QE europeo.
Ieri abbiamo visto il test dei minimi di Agosto, formalizzando così un possibile doppio minimo. Si potrebbe pensare che la discesa di ieri fosse una "trappola per orsi"? si potrebbe pensare ad una ripartenza del mercato verso i massimi dell'anno visto il pessimismo che aleggia fra gli operatori?!?

Abbonati o Accedi per consultare questa sezione