Quest'anno abbiamo battuto tutti i record di contenuti! ben 196 pagine e complessive 274 figure, con cui descriviamo le prospettive dell'economia internazionale, le strategie sui mercati e obiettivi e percorsi per gli indici azionari per i prossimi dodici mesi.

Abbonati subito!

Il 2020 Yearly Outlook è riservato agli abbonati al Rapporto Giornaliero: la pubblicazione che da 24 anni guida consulenti finanziari, investitori evoluti, private banker e gestori di portafoglio nelle scelte di investimento.

 

«L'Outlook è un'opera chiara, esaustiva, che permette all'investitore di avere un panorama dettagliato delle opportunità di investimento presenti nei mesi di riferimento. La ringrazio sentitamente per questa completa guida di riferimento».

 

Celebriamo un anno vissuto spavaldamente, dopo le titubanze ed i timori iniziali. Dodici mesi fa lo stigma si abbatteva sulla banca centrale americana, incapace di scorgere un rallentamento economico in essere da tempo; anzi esasperato proprio dai ripetuti aumenti del costo del denaro, motivati con un’alzata di spalle (il riferimento al “pilota automatico”). Il tentativo di marcare il territorio a fronte delle incursioni della presidenza federale finiva al contrario paradossalmente per rimarcare la soggezione del governatore Powell rispetto a Donald Trump. Il cambiamento di rotta della politica monetaria americana ha contrassegnato il ribaltamento delle grame performance registrate nella parte finale del 2018.

«L’outlook nel lavoro sia di un professionista che di un investitore è una bibbia finanziaria. Ti aiuta a conoscere ed approfondire temi di politica economia che influiscono sulla finanza. È importante stamparlo, averlo con se’ e rileggerlo spesso per far proprie le nozioni ed i concetti contenuti».

 

Un anno fa oltre la metà delle banche centrali mondiali praticava una politica monetaria restrittiva. La deflazione imponeva il suo ritmo alle attività finanziarie: per la prima volta dal 1972, nessuna delle otto principali asset class conseguiva un ritorno superiore al 5%. Nel corso dell’anno passato le banche centrali sono passate al contrattacco: i bilanci sono tornati in modalità espansiva, l’82% degli istituti di emissione hanno tagliato i tassi di interesse e i governi – laddove possibile – hanno al margine inaugurato politiche di stimolo fiscale.

«Per il lavoro che faccio ho accesso alla ricerca di numerose banche internazionali, nel tempo ho apprezzato molto più delle altre la sua pubblicazione annuale e gli aggiornamenti semestrali per la profondità ed il rigore statistico. Continui così, ogni anno l’outlook migliora».

 

Risultato: tutte le principali asset class hanno guadagnato almeno il 5% nel corso del 2019. La performance mediana ha superato il 20% e il comparto meno performante ha consegnato agli investitori un ritorno dell’8.7%: il migliore comportamento, da parte dell’ultimo della classe, addirittura dal 1982. Ben 67 dei 68 sotto-settori dell’indice S&P hanno conseguito una plusvalenza. Virtualmente impossibile non guadagnare, nel 2019.

«Una prima lettura operativa cerca sempre di scovare la corretta mappatura per l’anno in corso. Poi però le argomentazioni trattate ed il taglio dell’autore meritano riflessioni prospettiche che su molti argomenti offrono al lettore un punto di osservazione privilegiato. Da far decantare... stima».

E nel 2020?

Il 2020 Yearly Outlook è riservato agli abbonati al Rapporto Giornaliero: la pubblicazione che da 24 anni guida consulenti finanziari, investitori evoluti, private banker e gestori di portafoglio nelle scelte di investimento.


«Il mio giudizio sull'Outlook 2020 non può che essere superlativo 196 pagine di riflessioni e informazioni che difficilmente si trovano condensate in un solo saggio !!!!! e che qualità !! con questa summa di dati statistiche modelli e riflessioni le dinamiche del 2020 sembrano gia cose conosciute».

 

Abbonati subito!