Composto da ben 139 pagine, la pubblicazione annuale di AGE Italia mira come sempre a rappresentare una guida insostituibile per navigare in scioltezza e con serenità fra i mercati finanziari globali nel corso del 2019. Il 2019 Yearly Outlook è il culmine della ricerca dell'Ufficio Studi di AGE Italia.

Il 2019 Yearly Outlook è riservato agli abbonati al Rapporto Giornaliero: la pubblicazione che da 23 anni guida consulenti finanziari, piccoli investitori, private banker e gestori di portafoglio nelle scelte di investimento.

L'anno che ci siamo lasciati alle spalle ha deluso la maggior parte dei consulenti, e sconcertati tutti gli investitori: eccezion fatta per i T-Bill americani e pochi altri investimenti esotici e fuori dalla portata del grande pubblico, tutte le altre forme di investimento hanno conseguito ritorni negativi, o inferiori alla remunerazione della liquidità.

E dire che l'anno era incominciato con i migliori auspici: con il taglio delle imposte di Trump che garantiva crescita a doppia cifra per i profitti aziendali, e con la promessa di una "ripresa economica sincronizzata globale".

Ma il rallentamento di un ciclo economico prossimo a tagliare il traguardo dei dieci anni di anzianità, l'avvio sul finire dell'anno del Quantitative Tightening e le incertezze di Pechino nel rilanciare la crescita come fatto all'inizio del 2016, hanno fatto deragliare tutti i mercati azionari, senza che ciò - almeno inizialmente - abbia beneficiato il reddito fisso.

Cosa ci aspetta dunque nel 2019? i mercati azionari ripartiranno? è stato raggiunto un picco sui rendimenti dei corporate bond? è giunto finalmente il momento dei mercati emergenti? l'Italia ha superato il punto di maggiore crisi? perché le sorti dell'economia e della finanza mondiali dipendono dalle decisioni di Pechino?

In 139 pagine e 225 figure, tutte le risposte ai dilemmi dell'investitore.

Sommario:

INTRODUZIONE / pagina 2
LO SCONTRO FRA LA CINA E LA TRAPPOLA DEL REDDITO MEDIO / pagina 18
LO SCONTRO FRA STATI UNITI E CINA / pagina 23
LO SCONTRO FRA IL MITE POWELL E GLI ESIGENTI MERCATI / pagina 26
LO SCONTRO FRA ADORATORI DEL DEBITO E IL DELEVERAGING / pagina 35
LO SCONTRO FRA BANCHE CENTRALI E ORFANI DELL’EASY MONEY / pagina 39
LO SCONTRO FRA I PRODUTTORI DI PETROLIO / pagina 43
LO SCONTRO FRA EMERGENTI E CACCIATORI DI RENDIMENTO / pagina 48
LO SCONTRO FRA INFLAZIONE E DEFLAZIONE / pagina 57
LO SCONTRO FRA TASSI DI INTERESSE E BARRIERE INVALICABILI / pagina 60
LO SCONTRO FRA EQUITY E CREDIT / pagina 65
LO SCONTRO FRA CICLO ECONOMICO E ANZIANITÀ / pagina 70
LO SCONTRO FRA EUROPA ED EURO-INQUIETI/ pagina 76
LO SCONTRO FRA EURO E DOLLARO / pagina 83
LO SCONTRO FRA ROMA E BRUXELLES / pagina 86
LO SCONTRO FRA GIAPPONE E TRENTENNIO PERSO / pagina 101
UK: LO SCONTRO FRA EXIT E REMAIN / pagina 105
LO SCONTRO CONTRO IL BUON SENSO: COMPRARE FINANZIARI? / pagina 108
LO SCONTRO FRA MULTIPLI DI BORSA E MEAN REVERTING / pagina 112
LO SCONTRO FRA ORSI E TORI / pagina 119
LO SCONTRO FRA MERCATI E STAGIONALITÀ CONSOLIDATE / pagina 126
SCONTRI A BASSA INTENSITÀ E SCENARI PROBLEMATICI / pagina 130

Il 2019 Yearly Outlook è riservato agli abbonati al Rapporto Giornaliero: la pubblicazione che da 23 anni guida consulenti finanziari, piccoli investitori, private banker e gestori di portafoglio nelle scelte di investimento.