Dal 1950 uno S&P500 positivo nei mesi di gennaio, febbraio e marzo è stato registrato in tutto venti volte, compreso quest'anno. Il Nasdaq Composite, nel frattempo si affaccia sopra gli 8.000 punti. Piazza Affari incerta a ridosso di una barriera spartiacque. Continua...
Per la seconda volta dunque, in meno di tre mesi, Wall Street segnala di godere di un notevole spessore qualitativo. Ma quali prospettive schiude questo setup? gli abbonati al Rapporto Giornaliero questa mattina disporranno della mappa previsionali per i prossimi mesi. Continua...
Dal picco dello scorso mese di settembre, da chiusura a chiusura, il ridimensionamento dello S&P500 ha letteralmente sfiorato la definizione di bear market; una circostanza non unica: dal 1990 si registrano altri quattro precedenti analoghi. Continua...
A Piazza Affari c’è un gap lasciato aperto nella parte finale del recente rialzo: colmarlo prima eventualmente di ripartire consentirebbe di riparare le crepe venutesi recentemente a creare nella struttura tecnica del mercato. Continua...
Di fatto il rally degli ultimi mesi non ha mai conosciuto soluzione di continuità, con il long stop giornaliero che ha puntualmente contenuto i ripiegamenti del listino. Vedremo se la debolezza delle ultime ore seguirà lo schema proposto finora con successo nel 2019. Continua...
Recuperati dall'inizio dell'anno ben 11 trilioni di capitalizzazione di mercato. Grazie soprattutto a fattori qualitativi e stagionali: con lo S&P andato a segno nei mesi di gennaio, febbraio e marzo. Oltretutto, con una apprezzabile coralità. Continua...
Raggiunto a Piazza Affari il livello dinamico che da anni agisce efficacemente da spartiacque di lungo periodo: ora contenendo i rally correttivi o le correzioni negli uptrend; ora avallando le tendenze che contano concedendo i definitivi sfondamenti. Continua...
I mercati azionari si concedono una pausa, dopo un inizio scoppiettante che pare la versione ridotta dell’eccezionale avvio di quest’anno. Ma lungi dal raffreddarsi, la partecipazione al rialzo si allarga. Continua...
Segnale di culmine rialzista in Italia secondo l’analisi della regressione lineare applicata all’indice Comit: come si può apprezzare questo indicatore ha intercettato i punti di arrivo dei rialzi nel 2009 e nel 2015. Continua...
Piazza Affari archivia un risultato alquanto lusinghiero, con un saldo prossimo al 15%. Per ritrovare un risultato analogo, dobbiamo risalire al 2015, al 1998, al 1994 e al 1986: in tutti i casi, il mercato avrebbe conosciuto un seguito all’inizio del trimestre successivo. Continua...