Come ha reagito lo S&P500 in passate in occasioni simili?

A meno di 24 volte gli utili operativi, il mercato azionario americano vanta multipli superiori alla media storica del Price/Earnings, ma non siamo in condizioni di oggettiva sopravvalutazione: che si conseguono con un P/E di almeno 2 deviazioni standard sopra la media.

Casomai, il precedente raggiungimento di livelli simili a quello corrente, nei decenni passati, non ha mai impedito l'ulteriore rivalutazione dell'indice S&P500 nei mesi (anni) successivi.

Il mercato certo non è sottovalutato. Ma non è nemmeno sopravvalutato. E quand'anche lo fosse, questo direbbe poco circa le prospettive dei listini nei prossimi dodici mesi (casomai nei prossimi 7-10 anni. Ma questo è un altro discorso).