Senza il sostegno di Francoforte, a quest'ora l'Italia sarebbe verosimilmente saltata.

A quanto ammonterebbe lo spread Italia-Germania se non ci fosse la BCE a comprare generosamente (il 22% del totale in circolazione) il nostro debito pubblico?

Secondo Natixis, considerando il ritmo potenziale di crescita delle due economie, i saldi attivi di bilancia commerciale e soprattutto il corrente debito pubblico; si perviene tramite modello econometrico ad una stima di oltre 400 punti base in luogo degli attuali 150pb.

In altre parole il rendimento del BTP decennale si attesterebbe al 3.50%, sarebbe in rialzo da anni, il nostro debito pubblico si sarebbe avvitato verso l'alto per l'insufficienza delle risorse annualmente generate (PIL) anche soltanto per pagare gli interessi sul debito a scadenza.

E noi saremmo in bancarotta, fuori dall'Unione Europea, fuori dall'euro, a fare buona compagnia ad Argentina e Libano.