Una rara ed insostenibile divergenza intermarket...

Da quasi un anno e mezzo va in onda una vistosa e rumorosa divergenza intermarket: fra i tassi di interesse, sospinti verso l'alto da un'inflazione tutt'altro che temporanea, e da una furiosa normalizzazione della politica monetaria da parte delle banche centrali di tutto il mondo; e le divise delle economie emergenti (EM FX), messe alle corde da un dollaro superstar e da una congiuntura appesantita da una certa staticità delle autorità responsabili della politica economica.

Quali delle due misure dice il vero? i tassi di interesse sono destinati a precipitare? o i cambi emergenti sono troppo sacrificati, e prossimi a recuperare il ritardo accumulato?