La Fed saluta con favore l'inflazione. C'è da crederle.

This Time Is Different.

La tanto famigerata e avversata espressione, fa capolino quando si osserva la curva breakeven americana.

L'inflazione prezzata dal mercato, a 5 anni, si colloca anomalmente sopra il breakeven rate decennale: da metà gennaio.

Prima di misura, ora in modo sempre più consistente.

È la prima volta che si registra questo fenomeno dalla Crisi Finanziaria del 2008 in avanti: perlomeno in queste proporzioni e durata.

Quando a metà 2016 e a maggio 2018 la curva breakeven si è appiattita su queste scadenze, la politica monetaria della Fed si è fatta più hawkish, e l'anomalia è rientrata.

Questa volta la Fed non minaccia di aumentare i tassi o restringere le condizioni finanziarie effettive. Il messaggio recapitato lo scorso agosto è chiaro: la Fed saluta con favore l'inflazione. Non interverrà sui tassi.

Questa volta è diverso.