Buone notizie per la continuazione del bull market.

Nuovo massimo storico dell'indice delle sorprese macro negli Stati Uniti.

Il CESI Usd ieri sera è salito ai livelli più elevati perlomeno dal 2003, rivelando la drammatica discrepanza fra il flusso di dati macro registrati negli ultimi tre mesi, e le tuttora depresse aspettative degli economisti.

Il CESI (linea rossa) risulta ben correlato alla performance a 4 mesi dello S&P500 (linea azzurra): ora in vistoso ritardo. Wall Street si sta rapidamente adeguando ad una dinamica macro risultata meno drammatico del previsto; ma il tasso di variazione risulta tuttora in sensibile ritardo rispetto alla dinamica del confronto fra percezioni e realtà.

Questo depone in prospettiva a favore del miglioramento ulteriore delle quotazioni dello SPX, e della possibilità di raggiungere nel secondo semestre un nuovo massimo storico.