Clamoroso al Cibali: la Grecia scavalca l'Italia!

Ce l'abbiamo fatta.

Mentre ci gingillavamo sulla moralità dell'ultima fidanzata di Briatore, sul solito complotto straniero per farci chiudere un siderurgico per cui fino a ieri c'era la fila di compratori, su Di Maio che va a Pechino a vendere il "riso per risotti" ai cinesi; la Grecia cedeva il cucchiaio di legno di nazione meno meritevole di credito in Europa.

All'Italia.

Chi ha denaro da prestare, a governi assetati di soldi per compensare lo squilibrio fra entrate e spese; lo fa più a favore della Grecia ancora considerata spazzatura dalle agenzie di rating. Che non all'Italia che tutto il mondo invidia e ammira.