Buone notizie per l'economia americana.

Indicazioni promettenti giungono dal mercato del credito americano.

Il sondaggio "SLOOS" condotto trimestralmente dalla Federal Reserve fra le banche USA, evidenzia un allentamento delle tensioni maturate fino a sei mesi fa.

In questo momento, soltanto il 14.5% degli istituti di credito ordinario pratica standard più restrittivi di concessione del credito alle imprese americane di medie e grandi dimensioni. Il dato, che esprime ancora una (sottile) prevalenza di cautele, è di gran lunga inferiore al 50.8% registrato nel terzo trimestre: quello del mini-boom economico negli Stati Uniti.

Nel complesso dunque il credit crunch si ridimensiona vistosamente. Le banche si muovono con circospezione, ma si guarda con fiducia al futuro.

Intuitivamente, se più della metà degli istituti di credito in termini netti, nel terzo trimestre non ha impedito al PIL di espandersi di quasi il 5 percento annualizzato, figurarsi se questo trimestre possa mai concretizzarsi una recessione negli USA, con le banche molto meglio disposte.

Infatti assistiamo all'ennesima correlazione saltata: quella fra le banche orientate verso il tightening, ed il tasso di disoccupazione USA: che langue lì sui minimi, senza aver fatto sperimentare alcun percepibile sussulto verso l'alto nei mesi passati, avendone avuta la possibilità. Sussiste infatti una evidente correlazione storica diretta fra l'unemployment rate e lo SLOOS survey: con quest'ultimo che anticipa il primo di un annetto circa.

Anche in questo caso, questa volta è diverso: perché le aziende non hanno dovuto licenziare, potendo difendere i margini di profitto aumentano i prezzi di vendita; perché timorose poi di rinvenire nuova manodopera visto il restringimento del mercato del lavoro.

O, semplicemente, perché da alcuni anni accedono più rapidamente ed a costi più allettanti al mercato privato del credito - in pieno boom - preferendolo a quello bancario.

In ogni caso è acqua passata: il credit crunch è superato, e nei prossimi trimestri le banche inizieranno a offrire il credito alle imprese. A benefio dell'espansione economica (come se ne avesse il bisogno...)