RITORNA ALLA HOME
AGE ITALIA SRL

Via O. Mazzitelli 256/B
70124 Bari

Tel. +39 080 5042657
Fax +39 080 33931172

info@ageitalia.net www.ageitalia.net
P.Iva: 05590550728
  AREA UTENTI  
 
  USERNAME   
 
  PASSWORD   
 
ACCEDI  
 
Non sei abbonato?
REGISTRATI
 
 
Recupera password
 
  Nome
  
 
  Cognome
  
 
  Email
  
 
  INVIA
 
21 Settembre 2018

IL BLOG DI GAETANO EVANGELISTA
contiene tutte le risposte alle domande pervenute quotidianamente in redazione da parte degli abbonati, su temi discussi nel Rapporto Giornaliero, o su temi che non trovano adeguata copertura nella reportistica. Le risposte sono ampiamente dettagliate e documentate, e rappresentano un vitale completamento della copertura analitica attuata con il Rapporto giornaliero.
L'accesso alle risposte è riservato agli abbonati.


Domande del mese: DICEMBRE 2011
14/12/2011     CRB e S&P: massimi sfasati
Prima del grande crollo dei prezzi, nonostante i mercati da un massimo del 2007, avessero lentamente cominciato a scendere, il prezzo del petrolio ha continuato a salire fino ai massimi storici.
Cosa che non mi spiego, a meno che, nel 2008, stessero già incominciando a prezzare la recessione, come
ha detto Lei poco sopra per il periodo attuale.
Non ho capito perchè il recupero del petrolio sembra legato ad un riprezzamento della possibilità di una recessione, non dovrebbe essere che il petrolio scende? 
 
13/12/2011     Gann 360
Mi ricordo di un grafico "Gann 360" che inviaste ad ottobre in cui si prevedeva come target temporale del rimbalzo la prima settimana di dicembre (esattamente il 5 se non ricordo male) in più la prima settimana di dicembre è una possibile scadenza del ciclo "classico" a (omissis) settimane su S&P...

Quanto sopra mi mette un po' a disagio se lo confronto con il contenuto dei rapporti giornalieri degli ultimi giorni in cui si parla di ripartenza dopo la prossima scadenza ciclica... 
 
13/12/2011     Performance Oro
Analizzando il grafico dell'oro, ho visto una possibile figura di continuazione del trend rialzista a triangolo. Credo possa andare a rafforzare la tesi della rottura al rialzo, anche considerando il grafico che mi allegò l'1 dicembre sulle variazioni semestrali.

Il target della figura, una volta rotta al rialzo, potrebbe essere intorno a 1900-2000 dlr? 
 
13/12/2011     Natural gas
Faccio un po' fatica a districarmi fra le ultime indicazioni e considerazioni relative a CO e NG, ultimamente mi sembra che avesse indicato una possibile ripresa del NG anche in considerazione del rapporto fra le due quotazioni, poi mi pare che non escludesse che CO continui a salire e ora che NG continui a scendere ancora per molto tempo: posso chiederle un tentativo di chiarimento senza attendere l'Outlook annuale? 
 
13/12/2011     Quantitative Easing BCE
La lettura del post in oggetto mi ha fornito qualche spunto di riflessione, che vorrei condividere con Lei per chiederle cortesemente un parere. Considero il caso estremo che nessuno si augura venga raggiunto.

Ipotesi:
1) L'Italia continua a finanziarsi sul mercato.
2) Modificano i trattati, e la BCE si trasforma in prestatore di ultima istanza. Da qui alla possibilità di stampare denaro.

Si creano dei conti correnti di servizio intestati alla BCE, la quale stampa e versa la liquidità per la quantità necessaria all'acquisto di titoli di Stato, asta per asta.
Alcune banche "di servizio", d'accordo con il governo, acquistano Titoli di Stato con tali fondi, ma rinunciano all'interesse che in tal caso rimane allo Stato contribuendo a non aumentare il deficit.
Questo perchè lo scopo in tal caso non sarebbe ottenere interesse, ma sostenere il deficit pubblico.

Considerazioni:
In tal caso le banche rendono un servizio allo Stato concedendogli denaro a costo zero, ma senza andare ad intaccare il bilancio.

Si creerebbe inflazione, ma in tal caso, per non pesare troppo su di essa, si potrebbe decidere di riservare una percentuale delle emissioni a questo compito, un compromesso per non far precipitare i conti e a non far aumentare troppo l'inflazione.

Una altro vantaggio che vedo in questo meccanismo potrebbe essere il fatto che per il 50% il debito rimarrebbe nazionale, limitando i contagi con l'estero. Il tutto in teoria...

Cosa ne pensa, mi può illustrare eventuali risvolti negativi a questa azione? Che effetto potrebbe avere una simile azione sulle curve dei rendimenti? 
 
12/12/2011     Azione BCE
Le scrivo per avere la sua opinione in merito all'intervento della BCE annunciato la settimana scorsa. Il dubbio è il seguente: il fatto che ci siano delle aste a tre anni con un ammontare di liquidità illimitata in che modo può influire sulle sorti del mercato azionario ed obbligazionario?
In apparenza potrebbe essere conveniente raccogliere soldi dalla BCE all'1% e poi, magari, sottoscrivere btp al 6%.
Analogamente potrebbe essere impiegata per costruire posizioni lunghe sull'equity. 
 
12/12/2011     Natural gas
Relativamente al Natural Gas sono cortesemente a chiederle quando inizierà, secondo lei, il prossimo periodo con stagionalità positiva. 
 
09/12/2011     Crude Oil - considerazioni
Vorrei sottoporle il grafico weekly a un anno per chiederLe un parere in merito ad alcune considerazioni: 1) Le quotazioni sono a contatto con la media mobile a 200 settimane. Il superamento di questa darebbe un segnale di lungo periodo? 2) Ho notato sui volumi una divergenza negativa rispetto alle quotazioni, a partire dall'ultimo minimo della prima settimana di ottobre. Può essere un segnale di un eventuale storno? 
 

Pagina di 4 






RICERCA per parola:
 
 


ARCHIVIO domande
 
ANNO MESE N. DOMANDE
2008  
2009  
2010  
2011  
Gennaio (68)
Febbraio (77)
Marzo (103)
Aprile (75)
Maggio (80)
Giugno (94)
Luglio (64)
Agosto (27)
Settembre (69)
Ottobre (73)
Novembre (56)
Dicembre (32)
2012  
2013  
2014  
2015  
2016  
2017  
2018  




 
Il sito è stato realizzato dalla:
Web studio Lab srl
info@webstudiolab.it
www.webstudiolab.it

Testi © Copyright:
AGE Italia srl

AGE ITALIA SRL
Via O. Mazzitelli 256/B - 70124 Bari
C.F./P.IVA 05590550728
Capitale sociale: €.50.000,00 i.v.
Numero Reg. Imprese: 05590550728
Numero REA: BA427337
IBAN: IT57T0303204001010000003420
Codice SIA: 048Y9
AGE ITALIA SRL
P.IVA 05590550728